QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 24°27° 
Domani 26°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 26 agosto 2019

Attualità martedì 30 ottobre 2018 ore 15:37

"Va migliorata la legge quadro sulle isole minori"

Il sindaco di Portoferraio chiede che al Ddl approvato in Senato siano aggiunti ulteriori modifiche per una maggiore tutela dei disagi insulari



PORTOFERRAIO — “La tempesta di fine ottobre, che ha costretto l’isola d’Elba a quasi 48 ore di isolamento totale dal resto del mondo e ad affrontare emergenze di ogni tipo con le proprie sottodimensionate risorse, oltre che a farci andare su tutti i telegiornali dovrà servire a ricordare a tutti, in primis ai nostri governanti, i reali disagi legati alla condizione di insularità”. 

Così  il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari, che ha gestito in prima linea con la Protezione Civile, i Vigili del Fuoco e le Forze dell’Ordine il centro di coordinamento che ha affrontato le emergenze delle ultime ore, prende spunto da questa situazione estrema, ma purtroppo ricorrente per chi vive su un’isola, per tornare a parlare della condizione delle Isole Minori italiane, all’ indomani della approvazione dal Senato, lo scorso 17 ottobre, del Disegno di Legge Quadro. Il sindaco Ferrari, accompagnato dal Presidente del Consiglio Comunale Luciano Rossi, ha partecipato in qualità di membro del Consiglio direttivo dell’associazione e di rappresentante della Toscana, all’incontro che si è tenuto la settimana scorsa nella sede dell’Associazione Italiana dei Comuni delle Isole minori a Roma, dove sono state analizzate le criticità che si sarebbero concretizzate con la definitiva approvazione della Legge Quadro sulle isole minori. 

Durante l’incontro sono stati quindi elaborati emendamenti legislativi da presentare al Governo e al Parlamento per adeguare la nuova proposta di legge alle esigenze insulari, già espresse nell’art. 3 del Disegno di Legge Quadro sulle isole minori. A questo scopo, l’Ancim ha richiesto nei giorni scorsi un incontro al Parlamento, al Presidente del Consiglio dei Ministri e ai due Vice Presidenti per chiarire meglio le motivazioni della richiesta di modifica del Disegno di Legge quadro sulle isole minori con l’integrazione degli emendamenti proposti.

Il nuovo testo così emendato renderebbe la legge adeguata alle reali priorità dei territori insulari come il nostro. 

“Le giornate come quelle appena vissute dagli abitanti delle isole colpite dal maltempo - ha infatti dichiarato Ferrari - devono far riflettere tutti, non solo i nostri governanti, sui disagi legati alla sanità che diventa una vera e propria emergenza, alla scuola che interrompe la sua funzione sociale ed educativa con enormi disagi per le famiglie, alla continuità territoriale che sparisce impedendo ad un intero territorio di vivere la propria quotidianità lavorativa ed istituzionale. Senza dimenticare la necessità di far uscire dalla precarietà i tribunali delle isole minori, con il diritto alla giustizia dei nostri concittadini sempre più difficile da esercitare”.

“Credo sia mio dovere, insieme ai miei 34 colleghi sindaci delle piccole isole italiane – ha concluso Mario Ferrari – a nome dei 220mila residenti di queste isole e dei milioni di loro ospiti temporanei, sollecitare l’impegno del governo a prendere in seria considerazione le richieste avanzate".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità