Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:10 METEO:PORTOFERRAIO16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 25 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La prima luna piena di aprile è la luna rosa: le immagini suggestive

Politica venerdì 01 luglio 2016 ore 15:43

"Bilancio comunale imbarazzante"

I consiglieri comunali Cosetta Pellegrini, Paolo Andreoli, Antonella Giuzio e Alessandro Mazzei commentano l'approvazione del bilancio



PORTOFERRAIO — "Leggere i dati del bilancio consuntivo del 2015 di questa amministrazione è veramente imbarazzante. Si capisce anche perché gli assessori non hanno predisposto la relazione di raggiungimento degli obiettivi, così come prevede il Tuel all’art. 151: probabilmente erano in difficoltà nel dover descrivere il mancato raggiungimento di tutti quelli proposti e non esiste una giustificazione alcuna per un avanzo di amministrazione inizialmente indicato in 7.115.866 euro e divenuto, con l’applicazione del fondo pluriennale vincolato, 5.715.319 euro.

I cittadini devono sapere che nel 2013 l’avanzo di amministrazione fu di 742.624 euro, che nel 2014 era già cresciuto a 1.115.797 euro ed oggi è arrivato alla sproporzionata cifra di oltre 5 milioni di euro a fronte di una città che urla per necessità di idee progettuali e interventi, a fronte delle necessità dei cittadini sempre più in difficoltà a gestire le spese per la vita quotidiana ed ai quali si è imposto un iniquo aumento dell’IRPEF, a cui non ha fatto seguito un aumento di servizi per i cittadini bensì una contrazione delle spese correnti per prestazione di servizi, trasferimenti, rispetto al 2013, di oltre due milioni di euro. 

Niente è stato fatto per far fronte alle necessità delle attività produttive che chiedono attenzione, semplificazione amministrativa, interventi di sostegno, idee di uno sviluppo possibile della città. L’aumento delle tasse del 2015 è rimasto interamente nei cassetti, si poteva e doveva evitare. 

Peggio fa la giunta Ferrari sugli investimenti per la città. La spesa in conto capitale, quella per intendersi destinata alle opere pubbliche, passa da euro 3.284.084 euro del 2013 agli euro 887.474 euro del 2014 e nel 2015? Bene, si parte da una previsione definitiva di bilancio di 9.247.202 euro per arrivare ad impegnare 4.971.373 euro di cui 3.793.191 euro destinati al pagamento delle aree PEEP. 

Del 1.178.182 euro che resta, risultano pagati 236.194 euro, gli altri 941.987 euro impegnati ma non spesi sono lavori che nel 2015 non sono stati fatti, qualcosa è partito nel 2016, sulle diverse emergenze degli edifici scolastici, ma questa sarà un’altra storia e soprattutto un altro bilancio consuntivo. 

A fronte di questa disastrosa situazione si aggiunge una crescita dei debiti fuori bilancio, cioè soldi spesi senza la preventiva autorizzazione e impegno: dai 107.385 euro del 2014 si arriva ai 150.694 euro del 2015 con la certezza del responsabile del servizio finanziario, che sono sottostimati perché i dirigenti di area avrebbero omesso la comunicazione dei medesimi, cosa che, se vera, sarebbe gravissima e fonte probabilmente di responsabilità amministrative e non vorremmo, penali. 

Anche la spesa sul personale ha visto una ulteriore contrazione: dagli 2.707.399 euro del 2014, si passa agli 2.516.104 euro del 2015, con la perdita di una unità. Nel corso dell’anno si sono succedute varie riorganizzazioni del personale che non hanno portato alcun beneficio alla macchina amministrativa, in termini di efficacia ed efficienza, bensì sono cresciute la confusione, il senso di incertezza dei dipendenti, la conflittualità e l’amarezza di veder disconosciuto il valore del lavoro che faticosamente si cerca di portare avanti all’interno anche di un quadro normativo nuovo, con numeri di personale indubbiamente insufficienti per la realtà del Comune di Portoferraio. 

Il giudizio sicuramente più pesante viene poi dato dalla struttura tecnica: i pareri del responsabile del servizio finanziario e del revisore dei conti si limitano ad essere favorevoli solo e limitatamente ai risultati della gestione finanziaria, sono poi negativi per le gravi carenze e riserve descritte e che riguardano l’assenza di documenti essenziali e obbligatori ed anche il non rispetto dei regolamenti che danno ai consiglieri tutti, 20 giorni di tempo per analizzare la documentazione.  

E’ veramente tempo che questa amministrazione inizi a dimostrare di essere capace di amministrare, sono ormai trascorsi due anni ed oltre ad inaugurare opere nè pensate nè da voi eseguite, oltre a rispondere alle proposte e osservazione dell’opposizione con il solito è colpa vostra, quando c’eravate voi, iniziate a reagire, fate qualcosa o, come vi abbiamo già consigliato nella approvazione del triste bilancio di previsione 2016, pensate seriamente a dimettervi".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono sette le ragazze che hanno superato la prima preselezione del concorso che si è svolta a Porto Azzurro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Lavoro