QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 21°27° 
Domani 26°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 15 agosto 2018

Attualità giovedì 19 luglio 2018 ore 09:42

Una banca tutta elbana a servizio dell'isola

Il presidente della Banca dell'Elba Luca Bartolini

In occasione del ventennale della Banca dell'Elba parla il presidente Luca Bartolini. "Elbani, difendete la vostra banca dagli attacchi esterni"



PORTOFERRAIO — La Banca dell'Elba ha compiuto vent'anni, quasi silenziosamente, come se ci fosse sempre stata. Segno, questo, della sua presenza consolidata nel nostro tessuto sociale. Quanto è confermata dai fatti questa situazione? Lo abbiamo chiesto al suo presidente, Luca Bartolini.

"Sono passati 20 anni dalla costituzione della Banca dell’ Elba. Alcune cose sono state fatte, molte altre sono da fare. Abbiamo programmato di celebrare, con un evento dedicato, insieme a tutti i Soci, il bel traguardo raggiunto e nello stesso tempo cercare di progettare e costruire, tutti insieme, il futuro di questa realtà economica e bancaria che appartiene a tutti noi e a tutta l’ Isola d’ Elba. Pur ritenendo che la Banca abbia un positivo inserimento nel tessuto sociale ed imprenditoriale, pensiamo che molto debba ancora essere fatto, nell’ interlocuzione con i Soci, nell’ interpretare le aspettative, i suggerimenti, e indirizzare l’ attività secondo le indicazioni provenienti da tutti i Soci – Azionisti".

Che cosa rappresenta oggi per l'isola la Banca dell'Elba? A giudicare dal suo consiglio direttivo, è davvero la banca degli elbani. E' così anche nella realtà della sua attività?

"L’ Isola d’ Elba oggi ha in mano un suo strumento con il quale può creare opportunità per le famiglie, le aziende, oltre che i nostri giovani. Vorremmo poter servire l’ Elba, le famiglie elbane, le aziende elbane. In questi anni abbiamo cercato di creare una squadra affiatata, addestrata per stare sul mercato e competere, alla pari, con i grossi gruppi bancari presenti all’ Elba. Abbiamo bisogno dell’ aiuto di tutti coloro che condividono questo obiettivo".

Com’ è cambiato il mercato in una realtà come l’ Elba ?

"La Banca dell’ Elba sta combattendo una battaglia durissima per conquistare e consolidare una quota di mercato sempre maggiore. E’ una partita difficile e si gioca in un campionato in cui le squadre partecipanti sono dei colossi.

Tanto per essere più chiaro, all’ Elba sono presenti, da anni, tutti i maggiori gruppi bancari italiani che hanno circa queste dimensioni nazionali :

Unicredit 6200 sportelli

Intesa CR Firenze 5200 sportelli

M P S 3000 sportelli

Banco BPM CR Liv. 1600 sportelli

CR Volterra 67 sportelli

Banca Elba 3 sportelli".

E’ difficile per una piccola banca essere competitiva in una piccola realtà?

"La Banca dell’ Elba appartiene alla “grande famiglia” del Credito Cooperativo Italiano e si avvale dell’ apporto dell’ ICCREA, la Banca Capogruppo, che assicura prodotti e servizi di alta qualità."

Un riassunto dei numeri più significativi di Banca dell’Elba:

"Sono oltre 1700 i Soci dell’Istituto elbano , ed hanno recentemente approvato i risultati di bilancio e la destinazione dell’utile netto di esercizio che si è attestato intorno ai 480 mila euro. I fondi propri, dopo l’approvazione del bilancio, sono poco sotto la soglia dei 10 milioni (circa 9,6 milioni), tutti frutto di autofinanziamento; il Total Capital Ratio, l’indice che meglio rappresenta la solidità della Banca, è aumentato di circa un punto percentuale rispetto al 2016 passando al 18,33%, valore superiore sia al minimo imposto dalla normativa vigente sia alla media regionale e nazionale delle Bcc. E’ da considerarsi in crescita la fiducia che la Banca riceve dal suo territorio con una raccolta diretta che supera gli 87 milioni di euro e gli impieghi pari a circa 58 milioni, a continuo sostegno dell’economia e delle famiglie locali".

Il ventennale della Banca dovrebbe essere dunque l’ occasione per fare il punto con i Soci, su quello che è stato fatto e quello che c’è da fare, per rinforzare gli obiettivi sul territorio. Qual è il messaggio che si sente di mandare in questa ricorrenza?

"Il messaggio e l’ appello che vorrei rivolgere ai 1700 Soci, ma forse, non solo ai Soci e Clienti, ma direi a tutti gli Elbani, è quello di difendere la propria Banca da attacchi esterni, non elbani.

Riteniamo  - conclude Luca Bartolini - che una banca si possa definire “locale” solo se è stata costituita all’ Elba, se porta il nome dell’ Elba, se i Soci sono tutti Elbani, se i collaboratori, i soci, gli amministratori, i clienti, oltre ad essere dell’ Elba, vivono ed operano, stabilmente e continuativamente all’ Elba. La nostra Banca è differente !"

Fabio Cecchi
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità