Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:13 METEO:PORTOFERRAIO10°12°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 09 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Patrick Zaki di nuovo a casa: «Grazie Italia, voglio tornare presto. Aspettatemi»

Attualità mercoledì 20 maggio 2020 ore 18:54

"Aprire Pianosa e Montecristo al turismo nautico"

Pianosa

Questa la proposta lanciata dalla Fondazione Isola d'Elba che spiega come potrebbero essere rese maggiormente accessibili le isole



PORTOFERRAIO — Dalla Fondazione Isola d'Elba arriva una proposta destinata a far discutere che riguarda l'apertura al turismo nautico dell'isola di Pianosa.

"Dopo l’emergenza sanitaria è arrivata quella socio economica. - si legge in una nota della Fondazione Elba - Il turismo è la principale fonte di reddito della nostra isola ma rischia di essere l’attività più penalizzata. L'Elba ha un patrimonio naturale e culturale straordinario, in grado di attrarre un pubblico internazionale qualificato, ma sino ad oggi abbiamo sfruttato solo una piccola parte del nostro potenziale. Le cause sembrano svariate: trasporti, infrastrutture, prezzi, incapacità di fare squadra, mancanza di un piano strategico ecc. Dobbiamo però riconoscere che le cause dei successi e degli insuccessi siamo sempre noi. Siamo riusciti a preservare la nostra isola da speculazioni e scempi ambientali ma non riusciamo a coniugare la tutela con la valorizzazione. Eppure dovrebbero andare di pari passo".

"Purtroppo la frammentazione amministrativa con 7 Comuni, Provincia, Regione, Pnat ecc., - prosegue la Fondazione Elba -  rende le buone intenzioni non realizzabili. Ognuno di questi enti persegue le sue particolari finalità in contrasto con gli altri, così nessuno si occupa dell’Elba nel suo insieme. Dunque non c’è modo di creare un sistema unitario di tutela e valorizzazione. Questa grave piaga è il vero motivo dei nostri problemi, ma non si risolverà in pochi mesi. Nel frattempo è urgente mettere in campo strategie per incentivare il turismo e la visibilità mediatica del nostro territorio. In televisione osserviamo file di persone che vanno ad impegnare i gioielli di famiglia pur di sopravvivere. I gioielli servono anche a questo, nei momenti difficili possono salvarci! Noi abbiamo 2 gioielli di valore immenso, totalmente trascurati ed in stato di completo abbandono. Sono Montecristo e Pianosa. Riteniamo che l’apertura di Pianosa, almeno al turismo da diporto privato, creerebbe una fortissima attrazione mediatica internazionale, ed un immediato flusso turistico di qualità".

"In pratica - spiega la Fondazione Elba -  potremmo concedere a pagamento un ragionevole numero chiuso di permessi giornalieri diurni, che permetterebbero alle imbarcazioni private di entrare entro il miglio di distanza , ormeggiare , fare bagno, snorkeling e magari anche arrivare a nuoto sulla costa a prendere il sole entro 20-30 metri dalla battigia. Nessuna attività di pesca o prelievo, nessun danno per l’ambiente. Con una tariffa giornaliera proporzionata alle dimensioni delle imbarcazioni siamo convinti che si possano recuperare ingenti somme non solo per le pulizie e i controlli di cui Pianosa ha tanto bisogno. Inoltre creeremmo uno straordinario indotto economico occupazionale sull’Elba, catturando anche nuovo turismo pregiato".

"Quando si perde un cliente è difficile recuperarlo, - aggiunge la Fondazione Elba - ma quando si riesce ad attrarre nuovi turisti, se si trovano bene, continueranno a tornare. E’ di questo che abbiamo bisogno! Dobbiamo far innamorare nuove persone delle straordinarie bellezze dell’Arcipelago toscano. Quanto abbiamo detto per Pianosa può valere in forma più esclusiva anche per Montecristo. Abbiamo luoghi fantastici rimasti integri, ma integri non deve significare abbandonati e infrequentabili. I luoghi hanno bisogno dell’amore delle persone e le persone si affezionano ai luoghi che frequentano. Siamo sempre noi, le persone, che dobbiamo proteggere ed amare le nostre isole. Il periodo degli inutili divieti deve terminare, dobbiamo iniziare a dare valore a ciò che siamo."

"Ci auguriamo - conclude la Fondazione Elba - che Pnat e Comuni diano avvio ad un rapido percorso di valorizzazione, apertura e tutela, in primis di Pianosa ma anche di Montecristo. Dopo tanti anni ci sembra di notare nell’ ultimo periodo di gestione del Pnat, piccoli ma incoraggianti miglioramenti. Visto che da decenni ci viene ripetuto che il Parco può diventare il volano economico per del territorio, questo è il momento di dimostrarlo! Noi come Fondazione siamo pronti a dare la massima collaborazione".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il vento che soffia dalle prime ore della mattina ha causato disagi nei collegamenti marittimi fra Elba e Piombino. Ecco la situazione
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS