comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:PORTOFERRAIO10°19°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 21 ottobre 2020
corriere tv
Coprifuoco in Lombardia, la rabbia dei ristoratori: il video della protesta

Politica lunedì 17 agosto 2020 ore 13:00

Tre milioni da restituire, richieste di Di Tursi

paolo di tursi
Paolo Di Tursi, consigliere capogruppo di Forza del fare

Il consigliere di Forza del Fare ricostruisce le vicende relative agli oneri di urbanizzazione da restituire non inseriti a bilamcio



PORTOFERRAIO — Il consigliere di minoranza del gruppo Forza del Fare, Paolo Di Tursi, attraverso un'interpellanza consiliare, chiede chiarimenti al sindaco e alla giunta di Portoferraio sulla mancata iscrizione del bilancio degli oltre 3 milioni di euro che il Comune dovrebbe restituire alla società che non ha poi portato avanti in progetto previsto nella zona dell'ex Garden.

Di Tursi presenta una ricostruzione degli eventi affermando anche la data in cui la comunicazione della società sarebbe arrivata. Ricordiamo comunque che della vicenda il sindaco Zini aveva parlato anche durante un Consiglio comunale.

Nell'interpellanza Di Tursi chiede:

"1) le ragioni della mancata comunicazione all’Ufficio contabilità e bilancio del Comune di Portoferraio della richiesta di rimborso di oneri di urbanizzazione (ed altro), pervenuta da una società per complessivi euro 3.189.246,79, in data 30.3.2020; 2) le ragioni del mancato inserimento di tale rilevante importo nel bilancio di previsione 2020/2022, approvato in data 23.4.2020; 3) le ragioni della mancata comunicazione ai Consiglieri comunali della segnalazione obbligatoria, effettuata dal Dirigente dell’Area 2 in data 17.6.2020, protocollo n. 12050, ai sensi dell’art. 7 del regolamento comunale e dell’art. 153 del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267; 

4) ) le ragioni della mancata convocazione del Consiglio comunale entro il termine di 30 giorni per provvedere al riequilibro a norma dell’art. 193 TUEL così come previsto dall’art. 153 comma VI° del TUEL. Premesso che 

a) in data 30.3.2020 è pervenuta al protocollo generale del Comune di Portoferraio, con il numero 7136, una richiesta di rimborso di oneri di urbanizzazione (ed altro) per complessivi € 3.189.246,79 (tremilionicentottantanovemiladuecentoquarantasei/79);

b) detta comunicazione è stata trasmessa dal protocollo a diversi uffici del Comune, ma non all’Ufficio di Contabilità e Bilancio, che ha appreso la notizia aliunde solo in data 13.6.2020; 

c) nel frattempo è stato però approvato il bilancio di previsione 2020/2022 in data 23.4.2020, senza che l’Ufficio Contabilità e Bilancio abbia potuto tener conto della richiesta di rimborso suindicata, con i consequenziali riflessi sulle poste di bilancio che non hanno contabilizzato il presunto debito di € 3.189.246,79;

d) in data 17.6.2020, il Dirigente dell’Area 2 ha provveduto ad effettuare la segnalazione obbligatoria tra gli altri, al Sindaco ed al Consiglio comunale, in persona del suo Presidente, della richiesta di pagamento, trattandosi di fatti tali da pregiudicare gli equilibri di bilancio, così come previsto dall’art. 7 del regolamento comunale, e 153 del D.Lgs. 18.8.2000 n. 267, nonché alla Corte dei Conti; 

e) detta segnalazione avrebbe dovuto essere immediatamente comunicata dal Presidente del Consiglio a tutti i Consiglieri, essendo agli stessi rivolta; 

f) non risulta neppure convocato il Consiglio comunale entro il termine di 30 giorni per provvedere al riequilibro a norma dell’art. 193 TUEL così come previsto dall’art. 153 comma VI° del TUEL; 

g) i fatti suindicati assumono particolare rilevanza: 

- in relazione al bilancio di previsione 2020/2022 che non tiene conto di tale rilevante importo a debito; 

- in relazione alla mancata comunicazione al Dirigente dell’Area 2 della richiesta di rimborso; 

- in merito alla mancata comunicazione ai Consiglieri comunali della segnalazione obbligatoria effettuata dal Dirigente dell’Area 2 per ripristinare gli equilibri di bilancio; 

- sotto l’aspetto della mancata convocazione del Consiglio comunale, nel termine di giorni 30, a decorrere dal 17.6.2020, per procedere ai riequilibri finanziari e di bilancio". 

In base a queste premesse Di Tursi chiede alla giunta comunale e al sindaco di sapere "quali sono le ragioni che hanno determinato tutte le omissioni suindicate, quali gli effetti sugli equilibri di bilancio consequenziali all’esistenza di un debito di euro 3.189.246,79, non comunicato all’Ufficio Contabilità e Bilancio e non riportato nel bilancio di previsione 2020/2022".



Tag
 
Orario voli Silver Air Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità