Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PORTOFERRAIO14°16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, l'esercito israeliano attacca con forze aeree e truppe via terra

Politica sabato 27 marzo 2021 ore 11:30

Porto turistico, "grazie al nostro lavoro"

Porto Azzurro

L'ex sindaco Simoni e l'ex vicesindaco Banfi soddisfatti per la trasformazione del porto rivendicano però quanto fatto dalla loro amministrazione



PORTO AZZURRO — "Apprendiamo con piacere, come ex amministratori pubblici e come cittadini di Porto Azzurro, che lo schema di accordo Comune di Porto Azzurro-Regione Toscana, predisposto durante il nostro periodo amministrativo nell’aprile del 2017 relativo alla approvazione del Piano portuale, di variante al Piano Strutturale, al Regolamento urbanistico e allineamento al PIT è stato definitivamente approvato dalla Giunta della Regione Toscana".

Si apre così una nota a firma di Luca Simoni ed Angelo Banfi, rispettivamente ex sindaco ed ex vicesindaco di Porto Azzurro, in merito alle novità che riguardano la trasformazione del porto da commerciale a turistico.

"Il procedimento di formazione e aggiornamento del Piano regolatore portuale ha avuto una lunga storia,  spiegano i due ex amministratori -  iniziata nel 2015 e dopo un lungo e costante confronto fra gli enti, si è conclusa con l’Intesa Preliminare sottoscritta dalla Regione Toscana, la Provincia di Livorno ed il Comune di Porto Azzurro nell’aprile 2017. Questo atto ha consentito non solo a disciplinare l’area portuale ma soprattutto a renderla conforme alla normativa regionale e nazionale, riqualificando e garantendo un palese beneficio a tutto il settore diportistico pur mantenendo inalterato la capienza iniziale di 227 posti (quindi senza ampliamenti)".

"In concreto  proseguono Simoni e Banfi - la competenza di organizzare l’area portuale finalmente diventa solo comunale consentendo di riposizionare i pontili per i residenti, già da noi acquistati nell’Ottobre del 2015 e da ubicare di fronte al Ristorante la Caravella. Un grande risultato, forse il più importante nella storia del Comune di Porto Azzurro "oltre ad aver salvato lo stesso dal dissesto finanziario) che la nuova amministrazione ha il privilegio e la fortuna di trovare pronta grazie al certosino ed oscuro lavoro di noi predecessori".

"Tanto dovevamo per chiarezza di informazione. Ci è rimasto solo un cruccio: era il potere ormeggiare i maxi panfili sulla banchina della piazza, anche se lavorandoci non sarebbe un’idea da accantonare definitivamente. Possiamo dire ottimo lavoro per chi amministra e per l’indotto: un lavoro, che forse pochi hanno compreso, e che darà certamente nuova linfa all’economia. - concludono Simoni e Banfi - Ci auguriamo quindi come sempre e solo per il bene di Porto Azzurro di vedere presto pontili e strutture sulla diga foranea operativi entro questa estate o comunque prima delle prossime elezioni".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si tratta della Celleriite, nuova scoperta mondiale, che prende il nome da Luigi Celleri a cui è intitolato il museo mineralogico Mum di San Piero
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Franco Bonciani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità