Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:20 METEO:PORTOFERRAIO12°18°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 28 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Trapani allagata, l'acqua impetuosa sotto il ponte a Castelvetrano

Lavoro venerdì 23 giugno 2023 ore 08:52

Carcere,"manca personale, straordinari non pagati"

Lo segnala la segreteria Funzione Pubblica della Cgil provinciale che chiede all'amministrazione penitenziaria di intervenire



PORTO AZZURRO — "Un agente della polizia penitenziaria del carcere di Porto Azzurro è rimasto intossicato dal fumo dopo aver salvato due detenuti che avevano cercato di dar fuoco alla propria cella per protestare contro il mancato accoglimento della loro richiesta di essere trasferiti nell’istituto di provenienza. Ciò che è accaduto ieri all’interno del carcere rappresenta un fatto grave. L’ennesimo inaccettabile episodio di violenza registrato all’interno della struttura elbana".

Lo scrive in una nota Elisabetta Nesi della segreteria Fp-Cgil provincia di Livorno.

"Esprimiamo innanzitutto solidarietà e vicinanza all’agente rimasto intossicato. - prosegue Nesi - Ribadiamo – così come avevamo già denunciato lo scorso mese – come simili inaccettabili episodi messi in atto all’interno del carcere siano da imputare soprattutto alla tipologia di detenuti inviati a Porto Azzurro. La struttura ha sempre accolto detenuti con un fine pena importante ma ultimamente ha iniziato ad accogliere anche persone che devono scontare pene brevi, dunque più problematiche e meno inclini a intraprendere percorsi trattamentali".

"Ci appelliamo perciò nuovamente all’Amministrazione penitenziaria affinché non assegni più tale tipologia di detenuti alla casa di reclusione di Porto Azzurro.
Evidenziamo inoltre la grande professionalità e la grande passione con cui gli agenti svolgono il proprio lavoro. Tutto ciò nonostante la grave carenza di organico: nella struttura elbana manca infatti circa il 30% del personale previsto. A quanto ci è stato riferito gli agenti effettuerebbero lavoro straordinario senza però essere retribuiti: se ciò fosse confermato si tratterebbe di un fatto grave ed inaccettabile. Invitiamo pertanto l’Amministrazione penitenziaria ad effettuare tutte le verifiche del caso e a mettere in campo tutti quegli interventi necessari a tutelare la dignità e la sicurezza di tutti coloro che lavorano all’interno del carcere", conclude Nesi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Giornata di allerta arancione su costa e isole e nuovi disagi nei collegamenti marittimi fra Elba e Piombino
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità