Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:10 METEO:PORTOFERRAIO21°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Allegri: «Ambra? Non parlo della mia vita privata»

Attualità martedì 03 febbraio 2015 ore 17:17

Pioggia di milioni per il porto di Piombino

L'assessore regionale Simoncini ha fatto il punto sugli interventi per il piano di riconversione del porto di Piombino, in arrivo altri 32 milioni



PIOMBINO — Il punto sugli interventi per la riqualificazione e la riconversione del polo industriale di Piombino è stato fatto oggi dall'assessore alle attività produttive credito e lavoro Gianfranco Simoncini, nel corso dell'incontro organizzato all'Auditorium Bic di Venturina per la presentazione, ai soggetti economici del territorio, di tutte le opportunità offerte dai bandi regionali a sostegno delle imprese. 

L'assessore Simoncini ha annunciato che il piano di riconversione della Lucchini è in via di definizione da parte del gruppo Cevital. Seguirà la fase attuativa, con la firma dell'Accordo di Programma con il governo, da parte dei ministeri dello Sviluppo economico, Lavoro, Ambiente, Trasporti, Invitalia, Regione, Provincia di Livorno, Comune di Piombino e Autorità Portuale

"Entro fine mese – ha annunciato ancora l'assessore - sarà pubblicata anche la precall per la presentazione ufficiale delle proposte. La Regione ha destinato al Piano di riconversione 32 milioni e 200 mila euro, che si aggiungono ai 20 milioni di risorse nazionali. Sono già attive le misure specifiche per il sostegno alle attività produttive e all'occupazione nell'area di Piombino. Abbiamo inserito nei bandi premialità o graduatorie ad hoc per le aree di crisi complessa". 

L'attuazione dell'Accordo di programma procede dunque nel rispetto dei tempi. Sono stati deliberati dal Cipe 20 milioni destinati al finanziamento della rottamazione delle navi militari e 50 milioni per le bonifiche. Adesso l'iter è arrivato alla Corte dei Conti per il controllo finale, che dovrebbe concludersi entro un mese. Una volta che le risorse saranno disponibili saranno avviati i lavori, entro la primavera, da parte di Invitalia Ambiente, che sarà l'ente attuatore. 

Il tutto nel rispetto della clausola sociale contenute nell'Accordo per l'utilizzo dei lavoratori ex Lucchini in cassa integrazione. Per la rottamazione delle navi militari, in particolare, si punta ad indire a ad indire, entro l'estate, una gara per consentire all'autorità portuale di individuare l'impresa e completare le opere infrastrutturali necessarie.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il fatto è avvenuto ieri mattina alla partenza del bus degli studenti in direzione di Portoferraio. A farne le spese anche altre persone a bordo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Sport

Attualità