Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PORTOFERRAIO14°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 05 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La motovedetta libica fa una manovra violenta e i migranti cadono in acqua

Sport giovedì 26 marzo 2015 ore 18:10

Nasce la Gran Fondo Elbaleatico

​La corsa allarga i propri orizzonti puntando su turismo, enogastronomia e territorio. Tre percorsi con difficoltà e lunghezze diverse



PORTOFERRAIO — Mare, sole, terra, posizione geografica non sono solo le fondamenta su cui è costruito un prodotto unico, l’Aleatico, ma anche gli ingredienti alla base dei binomi bicicletta e territorio, sport e tradizioni enogastronomiche propri del Tuscany Bike Challenge, evento Active Bike, e della manifestazioni aderenti.

La Gran Fondo dell’Isola d’Elba organizzata dalla ASD Folgore Bike, di scena domenica 19 aprile, è la novità, che nel 2015 si affiancherà al consolidato Elba Bike Tour. Nonostante sia alla sua prima edizione l’organizzazione punta a realizzare qualcosa di unico, da qui l’abbinamento ad uno dei maggiori eventi di degustazione enogastronomica locale, ovvero la rassegna “ElbAleatico, un grappolo di storia” giunta alla quinta edizione e dedicato all’Aleatico Passito dell’Elba, l’unica DOCG per vini passiti di tutta la Toscana. 

L’evento sarà organizzato dalla delegazione elbana di AIS Toscana – che quest’anno festeggia anche i 30 anni dalla sua fondazione – con il supporto del Consorzio dei produttori Vini Elbani DOC e il patrocinio del Comune di Portoferraio. 

"L’appuntamento – secondo Antonio Arrighi delegato AIS per l’Isola d’Elba - mette insieme valori e culture che convergono su un punto comune: l’amore per il territorio e la voglia di viverlo da vicino, sui pedali o con un calice. O magari in entrambi i modi".

Un cambiamento importante che avviene nell’anno successivo alle celebrazioni del bicentenario dell’esilio di Napoleone all’Isola d’Elba. Evento che ha attirato grandi attenzioni da parte del pubblico e di un turismo attento. Si racconta che proprio Napoleone trovasse conforto dall’amarezza della solitudine e dell’esilio nell’Aleatico, un vino dolce rosso rubino che vanta 150 ettari di vigneti iscritti alla DOC e una produzione di circa 400mila bottiglie.

L’evento sportivo si avvale per le “tappe” enogastronomiche della collaborazione di Vetrina Toscana il progetto di Regione e Unioncamere Toscana che promuove ristoranti e botteghe che fanno dei prodotti tipici del territorio la loro caratteristica distintiva.

Saranno tre i tracciati (un Light di 67 km, un Classic di 80 km e un Marathon di 107 km) che consentiranno a tutti gli appassionati di vivere l’Isola nella sua totalità, dal piacere della competizione fino alla scoperta del territorio e delle sue eccellenze, senza, quindi, lasciare da parte il sano agonismo che molti amano. 

La partenza avverrà alla francese dalle ore 9 alle ore 10.30 e i percorsi vedranno un’alternanza di tratti con rilevamento del tempo di percorrenza a tratti turistici.

Il quartiertappa sarà a Portoferraio al Centro Congressi “De Laugier” mentre la degustazione a Palazzo Mediceo a pochissimi metri di distanza.

Le iscrizioni si effettuano tramite il sito ufficiale della manifestazione www.elbabiketour.com oppure in loco presso la segreteria organizzativa il 18 e 19 aprile. In occasione del Capodanno Pisano, gli organizzatori hanno realizzato una promozione per l’iscrizione alla Gran Fondo, la quota singola di partecipazione sarà, infatti, di 15 euro fino al 31 marzo.

Dettaglio percorsi

Percorsi molto mossi e ondulati, sia sul piano planimetrico che altimetrico, con partenza alla francese da piazzale De Laugier a Portoferraio, attraverseranno in lungo e in largo tutta l’Isola. Chi opterà per il percorso “Light” di 67 km, superata località Cavoli, al km 54,600 km troverà la deviazione per tornare all’arrivo a Portoferraio passando da Procchio. Chi invece sceglierà il “Classic” di 80 km proseguirà verso Lacona e in località Valdana, al km 70,300 km dovrà seguire le indicazioni verso Portoferraio.

Chi invece deciderà di godersi tutta l’Isola percorrendo i 107 km previsti per il tracciato “Marathon”, giungerà fino a Rio Elba, attraverserà Nisporto verso Schiopparello e da qui farà rotta verso Portoferraio.

Saranno tre, quindi, i tratti con rilevamento del tempo di percorrenza tipici delle manifestazioni Ciclosportive: il primo dal chilometro 22,900 al km 31,000 (valido per tutti e tre i percorsi); il secondo dal km 56,900 al km 59,200 (per i tracciati Marathon e Classic) e l’ultimo dal km 83,000 al km 96,600 (per il tracciato Marathon).

Grazie alla sinergia con AIS Toscana e la rassegna Elba Aleatico, il pasta party classico di tutte le manifestazioni cicloamatoriali verrà sostituito da una ampia degustazione di prodotti locali e Aleatico.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Controlli intensificati dei carabinieri sulle strade elbane nel fine settimana per garantire la sicurezza e la legalità
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Attualità

Attualità