Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:09 METEO:PORTOFERRAIO22°25°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 13 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
AstraZeneca, Draghi: «Cordoglio per morte Camilla, complicato ricostruire responsabilità»

Attualità lunedì 10 maggio 2021 ore 09:30

Onorato: "Ecco chi trama per farci fallire"

Vincenzo Onorato, presidente di Moby

Dopo le recenti vicende che mettono a rischio le compagnie del gruppo Onorato è lo stesso armatore ad intervenire per spiegare cosa sta accadendo



MILANO — Nel 2019 Vincenzo Onorato, presidente di Moby, attraverso alcune dichiarazioni su Facebook aveva raccontato che c'era un disegno preordinato per mettere in difficoltà le sue compagnie di navigazione (vedi articoli correlati sotto). 

Dopo le vicende degli ultimi giorni che vedono a rischio il gruppo per le vicende di Tirrenia-Cin e la richiesta di fallimento presentata dalla Procura di Milano per Cin, l'armatore Vincenzo Onorato torna a parlare di un piano che sarebbe stato ordito contro di lui per far fallire le compagnie di navigazione del suo gruppo con il conseguente rischio per il lavoro di circa 6.000 persone.

Qui di seguito le dichiarazioni pubblicate ieri su Facebook da Vincenzo Onorato, che annuncia una storia "a puntate".

"UNA STORIA INIZIATA 140 ANNI FA...

Cari Amici, come me state vivendo con ansia le sorti delle nostre Compagnie. I presupposti per un fallimento non ci sono, ma una forte volontà nemica di farci fallire, quella si e non da ora. Qualsiasi azienda fallisce per mancanza di liquidità. Abbiamo superato l’attacco di un gruppo di “ bond holders “ (coloro che detengono parte del nostro debito) perpetrato a settembre 2019. 

Abbiamo superato la crisi generata dal Covid, traffici quasi annullati, ed oggi le nostre Compagnie sono liquide e quindi vivissime. Grazie solo alla forza del nostro comune lavoro, dall’ultimo mozzo sino ai giovani manager. Nostro Signore diceva che “niente di nascosto non verrà alla Luce...”

Io desidero dare un piccolo contributo raccontandovi la storia di questo attacco, alimentato da una macchina mediatica di fango, ben programmata ed attuata, in azione ormai da due anni che colpisce la mia persona per distruggere le Compagnie. 

È una storia lunga, a puntate, che se leggerete certamente non vi annoierà. Farò luce sui mandanti che lavorano nell’ombra e neppure tanto nell’ombra e i nomi degli esecutori di questo che è un vero e proprio delitto perpetrato ai danni del vostro lavoro e siamo circa 6.000 persone. La prima puntata, di una lunga serie, sarà dedicata ad Antonello di Meo, colui che ha dato inizio all’attacco, ed ai suoi importanti amici torinesi. 

A presto V.O."

__

Qua sotto il posto pubblicato da Vincenzo Onorato

UNA STORIA INIZIATA 140 ANNI FA.... Cari Amici, come me state vivendo con ansia le sorti delle nostre...

Pubblicato da Vincenzo Onorato su Domenica 9 maggio 2021
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo è stato colto da un malore mentre risaliva dall'immersione nelle acque dell'Isola del Giglio. Inutili i soccorsi e le manovre di rianimazione
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS