QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 15°18° 
Domani 16°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 15 luglio 2019

Sport lunedì 01 ottobre 2018 ore 09:28

Triathlon, uno sport fatto di tante storie

Il racconto dell'esperienza di due partecipanti di Pescara per i quali la gara dell'Elba rappresentava una specie di mito da raggiungere



MARINA DI CAMPO — Mentre si spegne l'eco di un'altra grande edizione di Elbaman Triathlon, viene da ripensare a quanto questo sport sia particolare, fatto di tante storie. Ogni atleta ne ha  una da raccontare, perchè completare una gara come quella di Marina di Campo, che nella distanza lunga prevede 3800 metri di nuoto, 180 km di bici e un'intera maratona (42 km e 195 metri) di corsa a piedi, significa una sfida vera e propria da affrontare, prima verse so stessi e poi verso gli altri.

Fra le tante storie particolari, come ad esempio quella della vincitrice dell'Elbaman femminile, la cèca  Michaela Gerichova, il cui marito David Gerich è arrivato quinto nella gara maschile, ce ne sono altre se vogliamo di secondo piano ma non meno importanti, come quella che ci raccontano  due fratelli di Pescara arrivati all'Elba per affrontare un vero e proprio mito.

"Io - ci racconta Fabio Cirillo - sono presidente della Titan asd,  un società fondata a luglio del 2018 proprio per fare triathlon. Insieme a me ha corso  mio fratello piu grande Alessandro. In realtà siamo 3 fratelli: il piu piccolo, Roberto, si sta allenando nel nuoto preparando la staffetta dei "Cirillos", che faremo in una delle prossime edizioni di Elbaman. Oggi  - ci dice ancora Fabio - mentre pedalavo osservavo il mare e cercavo di guardare i fondali e mi veniva in mente uno dei piu forti pescatori subacquei mondiali, Renzo Mazzarri elbano, un maestro e un pioniere per tutti gli amanti della pesca subacquea. Io ero un pescatore subacqueo e pescavo anche a  fondo con il mio compagno di pesca che oggi purtroppo non c'è più proprio a causa di una battuta di pesca con un suo amico finita in tragedia. Da quel momento mi sono concentrato nel triathlon e non sono piu sceso in apnea a pesca; oggi se fosse stato ancora con noi il caro Matteo mi avrebbe chiamato per chiedermi se avessi anche pescato, ma oggi ho visto solo una razza nella frazione di nuoto in mezzo alle poseidonie, e so che non avrei saziato la sua sete di catture.L'Elbaman per me ed Alessandro è sempre stata una gara quasi irraggiungibile, ma oggi ce l'abbiamo fatta; per noi  è stata una doppia conquista perchè ho sempre avuto il mito dell'Elba palcoscenico del migliore Ironman di tutti e portare a casa la medaglia dell'Elbaman è come rientrare nell Olimpo degli sportivi doc di questa isola fantastica.La creazione della squadra Titan asd in cui Roberto è vice presidente mi darà la forza e la motivazione per trovare sempre nuovi traguardi e nuove motivazioni e trascinare tutti i neofiti interessati a conquistare mete apparentemente irraggiungibili".

Dentro poche righe, forse, ci sono tutte le motivazioni che spingono a praticare questo sport, ma c'è anche la spiegazione di come l'Elba debba considerarsi un luogo ormai divenuto mitico per la pratica sportiva, non solo del triathlon. Inutile dire che Fabio e i suoi fratelli ci saranno, sicuraente, anche l'anno prossimo.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Attualità