Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PORTOFERRAIO12°17°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 12 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Raid su Gaza distrugge edificio di 12 piani, il momento del crollo

Attualità martedì 18 giugno 2019 ore 16:42

Un bando per il restauro del Castello

Il circuito murario di Giglio Castello verrà presto restaurato, tornerà così al suo antico splendore l'antica ed importante fortificazione.



ISOLA DEL GIGLIO — Partiranno i restauri per le mura di Giglio Castello, una delle fortificazioni importanti e tra le più antiche della provincia grossetana.

Il progetto, previsto dall'Agenzia del Demanio, è stato pubblicato in un bando di gara, che affiderà alcuni incarichi tecnici preliminari al vero e proprio intervento di restauro

In particolare verranno affidati gli studi di ingegneria e architettura per il rilievo, la valutazione di vulnerabilità sismica e la redazione di un progetto di fattibilità tecnico economica per il restauro della cinta muraria.

Un circuito murario che appunto racchiude l'abitato e si sviluppa per una lunghezza di circa un chilometro.

Tutte le operazioni che verranno compiute sono state valutate anche dalla Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo in quanto si tratta di un monumento che appartiene al patrimonio culturale tutelato.

La fortificazione, fu realizzata in epoca altomedievale, probabilmente già nel X secolo, nel corso poi del XII secolo,  divenne possesso della famiglia degli Aldobrandeschi che iniziarono i lavori di ampliamento della struttura preesistente, che venne pienamente inglobata nel fiorente borgo di Giglio Castello e assunse il caratteristico aspetto fortificato tipico di tutte le altre rocche sotto il loro controllo.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ritrovamento è avvenuto nella mattinata intorno alle 8 ed è stato segnalato da un surfista che si trovava nella spiaggia di Lacona
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Politica