Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:45 METEO:PORTOFERRAIO19°23°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo in Valsabbia, frana la montagna. Gli operai riescono a salvarsi

Cronaca martedì 19 luglio 2016 ore 19:38

Raffica di multe per abusi demaniali

Gli uomini della Capitaneria di Porto hanno segnalato numerosi abusi in prossimità e sulle spiagge dell'Elba, il caso più eclatante nel marcianese



MARCIANA — E' cominciata con il botto la lunga estate della Capitaneria di Porto che, in questi giorni, ha sanzionato e segnalato all'autorità giudiziaria una serie di persone, per lo più elbane, che hanno ignorato le leggi che regolano la proprietà demaniale.

Nello specifico, i casi di maggiore rilievo segnalati all'autorità giudiziaria hanno visto coinvolto un cittadino marcianese, il quale è stato sorpreso dai militari per aver costruito una serie di opere in cemento, muri perimetrali, pedane in legno, arredi vari per un complessivo di 260 mq., in assenza di permesso in area demaniale peraltro sottoposta a vincolo paesaggistico, e senza l'autorizzazione per le opere sulla proprietà privata, prossime al demanio marittimo. 

Un altro caso ha interessato quattro cittadini torinesi, proprietari di un'area al confine con il pubblico demanio, anche questa sottoposta a vincolo paesaggistico, dell'ente parco, nonché a quello a cui è assoggettata la proprietà privata nelle zone prossime al demanio marittimo, dove sono stati costruite, in assenza di permesso, alcune piccole strutture ed una baracca per una superficie complessiva di circa 50 mq. asservite all'attività di un noto locale adibito a ristorazione nel comune di Capoliveri.

Ancora, in altra località del Comune di Marciana è stato individuato un manufatto adibito a rimessaggio barche di circa 50 mq, costruito irregolarmente in parte sul pubblico demanio marittimo e in parte su proprietà privata confinante con lo stesso. I due proprietari coinvolti, cittadini marcianesi sono stati deferiti per il reato di abusiva occupazione di area demaniale.

Tutti i soggetti segnaiati ora rischiano una condanna che può raggiungere i due anni di reclusione oltre al pagamento di un'ammenda fino a 51.645 euro per ogni singolo caso .

Altre attività di controllo si sono focalizzate sulle attività di noleggio di attrezzature balneari lungo gli arenili elbani. Su una spiaggia del comune di Portoferraio è stata riscontrata un'occupazione abusiva di demanio marittimo e specchio acqueo per una superficie complessiva complessiva di circa 30 mq. 

In particolare, a terra sono state posizionate, al di fuori della propria concessione, attrezzature balneari asservite a noleggio mentre, in mare è stato realizzato un punto di ormeggio sosta di natanti. A carico del responsabile, un portoferraiese, è stata elevata una sanzione amministrativa di 1.032 euro per uso difforme della concessione demaniale marittima oltre alla denuncia alla competente autorità giudiziaria.

Ancora, su un tratto di arenile nel comune di Campo nell'Elba, è stato controllato un cosiddetto "Punto Blu": al titolare dell'attività, sono state contestate una serie di difformità relative all'assenza di dotazioni di sicurezza, ed è stata elevata, anche in questo caso, una sanzione amministrativa di 1.032 euro e relativa comunicazione al Comune interessato per i successivi provvedimenti di competenza.

In ultimo, ad un altro titolare di attività di noleggio di attrezzature balneari, nel comune di Marciana, è stato contestato un uso difforme della concessione  demaniale ed è stata elevata una sanzione di 1.032 euro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno