QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 5° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 12 dicembre 2019

Cronaca giovedì 29 agosto 2019 ore 09:54

Ormeggi abusivi per uno yacht

La guardia di finanza durante l'intervento

Per ormeggiare al sicuro la sua imbarcazione, un uomo aveva posizionato nei fondali marini due corpi morti con catena e boa. E' scattata la denuncia



MARCIANA — Si era ormeggiato con il proprio yacht di 23 metri, battente bandiera italiana, con due boe di colore arancione e ben ancorate al fondale, nell’esclusivo golfo di Procchio nel Comune di Marciana.

I finanzieri della Sezione operativa navale di Portoferraio, insospettiti dall’uso delle boe come metodo di ormeggio al posto dell'abituale ancora, hanno constatato che il proprietario dello yacht, un cinquantenne italiano, aveva posizionato due pesanti corpi morti su un fondale di 7 metri con relativa catena e boa, per assicurarsi un definitivo e sicuro ormeggio per la stagione estiva, senza la prevista e obbligatoria autorizzazione demaniale.

Le fiamme gialle hanno perciò segnalato il responsabile all’autorità giudiziaria competente, per il reato di occupazione abusiva di spazi demaniali, sottoponendo a sequestro gli ormeggi illegali, che saranno rimossi a spese del contravventore, che dovrà provvedere anche al pagamento di una sanzione amministrativa pari a duemila euro.

Tale attività rientra nell’ambito di una più ampia azione di vigilanza, prevenzione e tutela del patrimonio demaniale dell’isola d’Elba, avviata dalla Guardia di Finanza quale unica forza di Polizia in mare, attraverso il sinergico impiego dei mezzi della propria componente aeronavale.



Tag

Piacenza, le prime immagini del Klimt ritrovato

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità