Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:PORTOFERRAIO17°20°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 24 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'ultima di Valentino Rossi, si commuove per la festa e lancia il casco ai suoi tifosi

Attualità venerdì 26 luglio 2019 ore 12:00

Spiaggia della Cala, "degrado e pericolo"

Legambiente Arcipelago toscano scrive a Comune e Parco nazionale per segnalare la situazione della spiaggia in una zona costiera con habitat protetto



MARCIANA MARINA — Nel Giugno 2018, in occasione dell’arrivo di Goletta Verde di Legambiente a Marciana Marina, come si legge in una nota di Legambiente Arcipelago toscano, il Cigno Verde segnalò lo stato di degrado di due “ricoveri” per imbarcazioni esistenti sulla spiaggia della Cala, nel Comune di Marciana Marina. 

A oltre un anno di distanza, l’associazione ambientalista spiega che "nel corso di un’escursione organizzata il 21 Luglio nell’ambito delle 'Passeggiate per i Sentieri dei Profumi' organizzate da Legambiente in collaborazione con Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, Pro Loco di Marciana Marina e Acqua dell’Elba, abbiamo purtroppo potuto costatare un aggravamento dei problemi già segnalati per le due strutture, in particolare quella sul lato orientale della spiaggia e proprio a ridosso del sentiero di accesso che presenta la copertura della tettoia divelta, teli ombreggianti in materiale plastico strappati, barche in apparente stato di abbandono e ciarpame di ogni tipo, compresi rifiuti che possono essere catalogati come speciali". 

"Nel resto della spiaggia, - spiega Legambiente - che si caratterizza per la precarietà e apparente abbandono dei due ripari realizzati al ridosso del sentiero di accesso, lo stato di abbandono è evidente, così come il pericolo che costituiscono per i bagnanti e gli escursionisti la struttura abbandonata e le coperture divelte".

Legambiente Arcipelago Toscano ricorda al sindaco di Marciana Marina Gabriella Allori e al presidente del Parco Nazionale Giampiero Sammuri che "l’area della spiaggia della Cala, all’interno di un’area costiera compresa in Zona c e B e De del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e Zona di Protezione Speciale (Direttiva Uccelli) e Zona Speciale di Conservazione (Direttiva Habitat), ospita rarità botaniche come le felci Osmunda regalis e Dryopteris tyrrhena".

Per questo il Cigno Verde isolano chiede a Comune e Parco "un pronto intervento per riportare la spiaggia della Cala allo stato di pulizia, sicurezza e decoro che merita un’aera così bella e delicata del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano", di "verificare se quanto realizzato è conforme agli strumenti urbanistici del Comune di Marciana Marina e al Piano del Parco" e "l’eliminazione delle strutture e coperture pericolose e alla rimozione di alcune delle imbarcazioni presenti sulla spiaggia che, visto lo stato in cui versano, sembrano essere state abbandonate da lungo tempo".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente è avvenuto di notte sulla strada di San Giovanni in prossimità di un cantiere. Una ragazza è stata trasferita con l'elisoccorso a Livorno
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità