Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:09 METEO:PORTOFERRAIO21°34°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 10 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni si rivolge alla stampa estera in tre lingue: «No a svolta autoritaria, noi siamo democratici»

Sport venerdì 24 giugno 2022 ore 12:15

Allori dall'Elba al record della Dartford parkrun

Aldi Allori

L’atleta marinese Aldo Allori primeggia nella città dei Rolling Stones e si prepara alla mezza maratona di Londra. Il suo nome nell'albo d'onore



MARCIANA MARINA — Aldo Allori, il noto e plurititolato atleta elbano, che dalle prime ed eroiche Marcianelle ha poi inanellato una serie infinita di titoli italiani nella corsa in montagna, campestre e su pista, era andato in Inghilterra a trovare sua figlia che lavora all’università e a Dartford, la città dell’Essex che ha dato i natali a Mick Jagger e Keith Richards e ai Rolling Stones che ancora rotolano sui palchi di tutto il mondo, e nei suoi giri alla scoperta della città si è trovato di fronte a qualcosa di imperdibile: la Dartford parkrun.

Si tratta di una corsa di 5.400 metri che attraversa due ponti e un magnifico parco e che si tiene ogni sabato al Central Park di Dartford, gratuita, organizzata da volontari ma che è diventata un’istituzione dell’atletismo inglese e internazionale, visto che da tutto il mondo ogni settimana arriva chi vuole battere i record delle diverse categorie.


Per Aldo era l’ennesima sfida a cui non poteva rinunciare e anche questa volta ha centrato l’obiettivo: il 18 giugno ha partecipato alla 323esima Dartford parkrun e si è classificato 15esimo assoluto, con il miglior tempo di sempre - 22:15 - della manifestazione nella categoria VM70-74, entrando così nell’albo d’onore della Dartford parkrun e ricevendo le meravigliate e entusiastiche congratulazioni dei runners britannici per l’Italiano venuto a battere il record dall’Isola d’Elba.

Per Aldo Allori è l’ennesima soddisfazione di un anno che lo ha visto vincere il campionato toscano Fidal Master a Campi Bisenzio e la sua categoria nella corsa in montagna a Monteriggioni.

Aldo, che corre per il Gruppo Sportivo Parco Alpi Apuane, continua, come quando affrontava le prime trasferte con il Gruppo Sportivo Ontanelli d fondato dal compianto Piero Franceschini, ad alzarsi alle 4 di mattina per prendere il traghetto e dopo aver guidato a volte per ore, raggiunge il luogo della competizione dove riesce a battere i suoi pari categoria (e molti atleti molto più giovani) che non hanno dovuto certo fare una levataccia.

Anche Aldo è stupito della sua incredibile longevità sportiva.

"Non pensavo di arrivare sopra i 70 anni e di correre come un ragazzo", ha dichiarato.

E per questo dice di dover ringraziare due persone: "Claudio Mazzola che mi ha sempre seguito e incitato a continuare e quel professore delle Scuole Medie che mi dette solo 7 in ginnastica e al quale credo di aver dimostrato che valevo e valgo molto di più. Io lo sapevo, ma probabilmente era una questione di simpatia. Ma è quello mi ha dato prima lo stimolo per correre e poi per non smettere più e per conquistare traguardi che quel ragazzino delle medie marinesi non si sarebbe mai immaginato. Dopo aver battuto il record di categoria alla Dartford parkrun mi è venuto da cantare quella canzone di Antonello Venditti che fa: ”A volte penso che sia finita. Ma è proprio allora che comincia la salita, Che fantastica storia è la vita”".

E l’avventura infinita dell’atleta/pittore di Marciana Marina continua: il prossimo obiettivo è un’altra grande classica del Regno Unito. Aldo il 9 Ottobre tornerà in Inghilterra per correre la mezza maratona di Londra e per stupire nuovamente i sudditi di sua Maestà la Regina, un’altra che non molla mai e che forse tiferà per l’indistruttibile elbano che batte record anche Oltremanica.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Secondo la segnalazione il semaforo sarebbe inutile per evitare le code e creerebbe ancora più caos nella strada che conduce verso il porto
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Attualità

Attualità