Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:35 METEO:PORTOFERRAIO12°15°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 26 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
A Kiev, tra le bandierine ai caduti e l’appello agi alleati: «Mandate armi e munizioni»

Cronaca mercoledì 27 settembre 2023 ore 17:05

Fallimenti pilotati, arresti e sequestri

I militari della Guardia di Finanza di Firenze hanno scoperto un sistema pilotato di fallimenti con l'intervento di falsi commercialisti



PROVINCIA DI LIVORNO — Una persona in carcere, 4 agli arresti domiciliari e 22 indagati. È questo al momento il bilancio di una operazione condotta dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Firenze nell’ambito di una più ampia inchiesta per bancarotta fraudolenta e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

I finanzieri hanno eseguito numerose perquisizioni nella città metropolitana di Firenze e nelle province di Livorno, Milano, Reggio Calabria, Lucca, Pisa, Pordenone, Roma e Frosinone.

L’articolata indagine ha permesso di scovare un collaudato e pluriennale sistema delinquenziale, gestito da una famiglia toscana. 

Secondo la ricostruzione dei finanzieri, i principali indagati, attraverso prestanome e con la collaborazione di consulenti che esercitavano abusivamente la professione di commercialista rilevavano, intestandole fittiziamente ad altre persone, società gravate da consistenti debiti sia commerciali che erariali, permettendo così ai reali proprietari di evitare conseguenze civili e penali e disottrarsi al pagamento delle imposte. 

Infatti, in alcuni casi, le società restavano inattive e venivano svuotate dei propri asset principali, in altri continuavano ad operare gestite dai vecchi proprietari e in altri ancora venivano utilizzate solo per emettere fatture e far circolare denaro tra le varie società di “famiglia”.

Contestualmente all’esecuzione degli arresti è stato eseguito il sequestro finalizzato alla confisca diretta di 3 immobili siti nel comune di Reggio Calabria del valore di euro 750.000,00 e il sequestro preventivo per equivalente pari a euro 106.651,00 nei confronti di 3 persone fisiche per i delitti di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, bancarotta fraudolenta e cagionamento doloso del dissesto.

Il procedimento è attualmente nella fase delle indagini preliminari e servirà un processo per accertare effettivamente le responsabilità ma i finanziari non escludono ulteriori sviluppi investigativi e probatori, anche in favore delle persone sottoposte ad indagini.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un elbano ha scritto una lettera di ringraziamento al team di Pisa per le cure ricevute perché all'Elba non è stato possibile
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità