Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:PORTOFERRAIO19°23°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 21 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Allegri furioso a fine partita, la frase urlata uscendo dal campo: «E vogliono giocare nella Juve»

Lavoro sabato 11 settembre 2021 ore 15:12

"Si rischia di non riagganciare la ripresa"

Un momento dell'assemblea

Per il riconfermato presidente di Cna provinciale, l'elbano Serini, “A parte turismo ed edilizia, il territorio rischia di non agganciare la ripresa”



LIVORNO — Maurizio Serini è stato confermato presidente della CNA provinciale di Livorno, nell’ambito dell’assemblea quadriennale elettiva svoltasi ieri presso la sede dell’associazione in via King 15.

Serini, elbano 59 anni, titolare di una azienda di impiantistica a Portoferraio ha visto confermare la fiducia anche alla sua vicepresidenza composta da Nicola Baldini (titolare di una impresa di pulizie civili ed industriali a Livorno), Loris Landi (Cecina, installazione impianti per horeca) e Carlo Santucci (Collesalvetti, officina riparazione mezzi pesanti e azienda di trasporti), tutti al secondo ed ultimo mandato.

“L’emergenza covid ha rallentato, ma non siamo ancora fuori dal tunnel – ha affermato Serini – e questo lo sanno bene tutte le nostre aziende. Dal punto di vista delle presenze turistiche la stagione è stata più che soddisfacente sulla costa ed il lavoro non è mancato per molti settori, ma non per la totalità di essi. L’incertezza del futuro però pesa ancora sulla fiducia negli investimenti, elemento essenziale per l’economia. 

Passata la fase dell’emergenza estrema, ci attendiamo dalle amministrazioni locali quel cambio di passo che era già necessario prima della pandemia e che ora è davvero urgente. Abbiamo molte questioni aperte sul territorio che riguardano migliaia di posti di lavoro: Jsw, la Darsena Europa, i traffici portuali ed il trasporto merci, riparazioni e costruzioni navali, solo per citarne alcune, ma ci sono questioni urbanistiche legate anche all’assetto ed al riuso del territorio. CNA non chiede solo risposte, ma avanza anche proposte e soluzioni: ci aspettiamo quindi un confronto serrato e soprattutto che gli amministratori sappiano superare gli ostacoli della burocrazia che tanto male possono fare alle imprese e quindi ai cittadini del territorio. Altrimenti, a parte il turismo ed uno sussulto nell’edilizia legato agli incentivi, il resto dell’economia rischia di non agganciare la sperata ed attesa ripresa”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La segnalazione arriva da Riccardo Nurra, ex assessore del Comune di Portoferraio, che invita gli attuali amministratori a curare il decoro urbano
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Sport

Attualità