QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 12°14° 
Domani 13°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 13 dicembre 2019

Cronaca mercoledì 30 ottobre 2019 ore 15:40

Il commosso ricordo del disastro in Capraia

I Carabinieri hanno ricordato con una cerimonia quanto avvenne 19 anni fa, con la morte di otto persone in un elicottero caduto in mare



LIVORNO — Nella mattinata di oggi i Carabinieri di Livorno hanno ricordato le vittime del disastro aviatorio di Capraia di 19 anni fa. 

Erano da poco passate le 21 e30 del 30 ottobre del 2000 e l’elicottero dei carabinieri AB 412, da pochi minuti decollato dall’eliporto sopra il castello di Capraia, alla volta di Livorno, precipitava in mare inabissandosi e provocando la morte delle 8 persone a bordo: 7 carabinieri ed 1 agente della Polizia Municipale di Capraia.

Alla presenza dei familiari di tutte le vittime, è stato deposto un cuscino di fiori alla lapide commemorativa all’interno della caserma “Generale G. Amico”. 

Successivamente sulla banchina di San Jacopo sono stati ricordati i nomi di tutte le vittime: i due piloti (i Marescialli Capi Riccardo Di Meo ed Elvio Possemato), gli altri componenti dell’equipaggio (il Maresciallo Aiutante Rocco Vignola e il Maresciallo Ordinario Cristiano Matano), tutti in servizio presso il Nucleo Elicotteri di Pisa; il Comandante della Stazione Carabinieri di Ardenza, Maresciallo Capo Ludovico Muratori; il Maresciallo Ordinario Marco Zaccani ed il Carabiniere Massimiliano Montanino, entrambi in forza allo stesso presidio livornese, ed il comandante della Polizia Municipale di Capraia Alessandro Benelli.

È seguito il lancio di un cuscino di fiori nello specchio acqueo antistante la banchina. Nella Chiesa di San Jacopo, è stata poi celebrata la Messa in suffragio delle vittime. Alle cerimonie, unitamente ai familiari delle vittime, hanno partecipato: il Comandante del Raggruppamento Aeromobili dei Carabinieri, Generale di Brigata Francesco Atzeni, il Comandante della 2^ Brigata Mobile, Colonnello Stefano Iasson, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Livorno, Colonnello Massimiliano Sole, oltre ad una consistente rappresentanza di Carabinieri in servizio ed in congedo.



Tag

Piazza Fontana, il giornalista del Corriere che era nella banca: «Mi salvò un caffè»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità