QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 20°20° 
Domani 20°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 18 ottobre 2019

Politica martedì 01 aprile 2014 ore 07:25

L'intervista a Pino Coluccia

Pino Coluccia

"Mi candido con il Pd, l'obiettivo è governare insieme ai cittadini"



RIO NELL'ELBA — Pino Coluccia è nato e vissuto e Rio nell'Elba. Di questa comunità è stato in passato sindaco e la sua avventura politica, sempre, con coerenza, nella fila del centrosinistra non si è mai interrotta, portandolo, con il consenso popolare in questi anni a Livorno quale consigliere provinciale. 

Ma Pino Coluccia ora è pronto a tornare a Rio nell'Elba. Il suo partito, il Pd, l'ha scelto quale candidato sindaco per le elezioni amministrative di maggio. Ecco l'intervista esclusiva che Coluccia candidato sindaco ha rilasciato a Quinewselba.

Lei è stato in passato sindaco di Rio nell'Elba, poi consigliere provinciale, ora la scelta di ricandidarsi a primo cittadino per le elezioni del 25 maggio prossimo. Perchè scendere in campo in questa tornata elettorale?

La decisione è stata collegiale. Abbiamo discusso molto all'interno del Partito Democratico confrontandoci anche con gli altri rappresentanti dei gruppi politici di sinistra e con l'elettorato. Abbiamo affrontato questo tema nel corso di una assemblea aperta. E la scelta è ricaduta sul mio nome, quale scelta condivisa.

Ieri la notizia delle dimissioni, inaspettate, di Danilo Alessi, attuale sindaco di Rio nell'Elba eletto nel 2009 in una lista che riuniva tutte le forze di centrosinistra? Come legge questa scelta?

Credo che la spiegazione stia tutta nelle dichiarazioni del sindaco Alessi che, attenendosi alla normativa vigente, ha preferito evitare possibili incompatibilità qualora dovesse candidarsi in una lista di un altro comune. Alessi non si ripresenterà a Rio nell'Elba dove il suo impegno si conclude con la fine di questo mandato amministrativo.

Come giudica, invece, la decisione di Nadia Mazzei, vicesindaco del comune di Rio nell'Elba, di candidarsi in una lista civica autonoma? 

E' una decisione che non comprendo, che oltretutto rischia di creare una divisione che poteva essere evitata. Era questo il momento di riconfermare l'alleanza fra il Pd e Sel e avremmo potuto farlo. nel corso dell'assemblea che ha portato alla scelta del mio nome quale candidato sindaco si erano prese in considerazione tutte le possibilità e avevamo anche proposto, per coerenza e nel seguire un percorso democratico che ci contraddistingue di are ricorso alle primarie per la scelta del candidato. Sel ha rifiutato questo percorso. Ora la scelta di Nadia Mazzei rischia di compromettere il risultato elettorale e di portare vantaggio al centrodestra. In ogni caso ritengo che sia una lista che nasce su basi  totalmente personalistiche.

Lei si candida a sindaco in un momento assai difficile per l'Italia e per i piccoli comuni. Quali saranno gli obiettivi che in qualità di primo cittadino  perseguirà per il bene della comunità che potrebbe trovarsi ad amministrare dopo il mese di maggio? 
   
Rio Elba è un piccolo paese con un grande patrimonio. Dobbiamo ripartire da qui: dalla valorizzazione di queste ricchezze naturali, dalle sue bellezze, dalle sue risorse e puntare a valorizzare l'offerta turistica.L'Elba è infinitamente bella e ricca, Rio nell'Elba è una parte di questo grande patrimonio. Ma per valorizzarlo al meglio sarà necessario lavorare a livello comprensoriale dando corpo ad un progetto di destagionalizzazione reale che parta dal saper promuovere ambiente, clima, territorio. Non ci manca nulla dobbiamo solo impegnarci di più perchè tutto sia valorizzato al meglio.

Lei davanti agli elettori. Come si rivolge a loro?

La nostra lista si chiamerà "Rio Democratico, per governare insieme". Alla gente di Rio dico allora dobbiamo e vogliamo governare tutti insieme: insieme ai cittadini, insieme alle altre istituzioni per fare un passo indietro ed evitare questa caduta di rappresentatività delle istituzioni elbane. I comuni devono tornare a rappresentare i cittadini nelle sedi istituzionali e abbandonare le logiche particolaristiche. Dobbiamo tornare a pensare come Elba e aggiungo, dobbiamo tornare a lavorare per l'Unione di Comuni, come risorsa del futuro di questa isola. 



Tag

Richard Gere a «Piazzapulita»: «Salvini vorrebbe che portassi i migranti a Hollywood? Se avessi un aereo privato, lo farei»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Politica

Attualità