Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:14 METEO:PORTOFERRAIO21°23°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
sabato 22 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Michigan, ex centrale elettrica alta 54 metri demolita in pochi secondi: il video
Michigan, ex centrale elettrica alta 54 metri demolita in pochi secondi: il video

Attualità domenica 01 ottobre 2023 ore 10:38

Pesca illegale nel mare protetto

Legambiente Arcipelago Toscano segnala quanto accade sulle cose di Giannutri e chiede più controlli in mare



ISOLA DI GIANNUTRI — Ancora una volta Legambiente Arcipelago Toscano interviene con una nota per "segnalare il totale abbandono da parte delle istituzioni che subisce il mare dell’Isola di Giannutri, nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e nel Santuario internazionale dei Mammiferi Marini Pelagos, Zona di protezione speciale dell’Unione europea".

"Il 30 settembre 2023 in tardo pomeriggio - spiegato da Legambiente in una nota - un gommone ha posizionato/salpato illegalmente una rete da posta nell’area dei Grottoni, a pochi metri dalla costa, in piena zona 1 del Parco Nazionale, la zona cioè a massima protezione, quella integrale dove teoricamente non sarebbe possibile fare nulla - neanche il bagno – ad esclusione di ricerche scientifiche autorizzate dal Parco.
Pur essendo in una zona a tutela integrale, i pescatori di frodo, in pieno giorno e in totale tranquillità, hanno posizionato/salpato la rete da posta, segnalata addirittura con un piccola boa bianca e questo senza che nessuno li fermasse".

"E’ chiaro che a Giannutri i pescatori di frodo non hanno alcuni timore di essere fermati e multati e che l’isola è completamente in balia di questi bracconieri del mare, come dimostrano i chilometri di reti fantasma eliminati dai fondali “protetti” durante recenti iniziative di bonifica. - proseguono da Legambiente -
Ci chiediamo come sia possibile che tutto questo avvenga senza che nessuno si accorga di nulla – se non a posteriori e quando è stato fatto un enorme danno ecologico - e se esiste veramente la volontà di tutelare la ricchissima biodiversità di Giannutri. Chi controlla e come le telecamere del Parco Nazionale? Perché la Capitaneria di Porto Santo Stefano non viene dotata di un’unità dedicata a contrastare bracconaggio e abusi nelle aree protette a mare? Perché altrettanto non viene fatto per i Carabinieri Forestali presenti sull’isola?"

"Legambiente denuncia questo scempio ormai da più di 20 anni. Diverse volte i pescatori di frodo sono stati da noi colti in flagrante e segnalati ma purtroppo quasi mai questo ha portato a denunce, sequestri e multe. Quando i trasgressori vengono beccati le ammende da pagare sono ridicole e non paragonabili alle sanzioni che ricevono nei Paesi vicino all’Italia.
Non è più possibile accettare una tale situazione e per questo chiediamo che tutte le istituzioni mettano, finalmente, in atto azioni che pongano fine alle innumerevoli attività illegali a cui è sottoposta Giannutri e il suo mare.
Al Ministro dell’Ambiente Gilberto Pichetto Fratin vorremmo chiedere cosa intende fare per ristabilire la legalità in un’area marina teoricamente protetta da leggi nazionali che risalgono addirittura la 1982, da accordi internazionali e da Direttive europee. Vorremmo anche chiedergli, dopo che l’Italia a firmato all’Onu l’ennesimo importante Trattato per la protezione del mare, se intende raggiungere così il 30% di mare protetto italiano entro il 2030, con Parchi Marini di carta dove ogni tipo di illecito può essere perpetrato impunemente", concludono da Legambiente.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'avaria ancora una volta riguarda il traghetto Moby Kiss. Ecco il racconto di un passeggero residente all'Elba che era a bordo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Cronaca