Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:40 METEO:PORTOFERRAIO20°26°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 23 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Casa Milan, i tifosi accolgono il bus rossonero: Ibra in prima fila

STOP DEGRADO mercoledì 01 settembre 2021 ore 06:30

Rete abbandonata a pochi metri dalla zona Parco

Il segnale della rete in mare all'isola di Giannutri

Il segnale con la rete è stato trovato all'isola di Giannutri. Legambiente Arcipelago toscano: "Danneggia l'ambiente, necessario rimuoverla"



ISOLA DEL GIGLIO — "Da più di una settimana, a Giannutri una grande rete da posta è calata a ridosso di Punta San Francesco a pochi metri dalla zona 1 del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano". 

Lo segnala Legambiente Arcipelago Toscano spiegando che tale rete "è priva di segnalamento notturno, come invece previsto dal DPR 02/10/1968 n.163, costituendo di fatto un pericolo per la navigazione".

"Il pericolo maggiore è però, - prosegue Legambiente - per la biodiversità marina dell’Isola di Giannutri perché all’interno della rete, soprattutto quando la stessa rimane in mare per parecchi giorni, viene catturato di tutto, anche animali sotto la taglia consentita i quali non potendo essere liberati andranno incontro a morte certa, aumentando di fatto il danno.
Oltretutto se la rete viene posizionata troppo vicino al fondale, questa finisce per distruggere anche la prateria di posidonia oceanica.
La rete “abbandonata” è poi a pochi metri dalla zona 1 a mare del Parco Nazionale, cioè la zona a tutela integrale dove non è possibile, per tutelare la sua preziosa biodiversità marina, nuotare, immergersi, pescare, ancorare o navigare. Quest’area fa parte anche di una Zona Speciale di Conservazione a mare (Direttiva Habitat) e una Zona a Protezione Speciale (Direttiva Uccelli)".

"Chiediamo quindi di intervenire al fine di rimuovere la rete, - prosegue Legambiente - non correttamente segnalata e ormai abbandonata, oltre che multare chi l’ha calata e lasciata lì da giorni. Chiediamo anche al Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano di controllare, attraverso l’utilizzo delle telecamere posizionate sull’Isola di Giannutri, le eventuali violazioni dei vincoli del Parco e del DpT istitutivo".

"Riteniamo che sia ormai arrivato il momento per il Ministero della Transizione Ecologica di istituire, dopo ormai 39 anni dalla legge 979/82 che la prevede e a 30 anni dalla legge 394/91 che la indica come da istituire, l’Area Marina Protetta dell’Arcipelago Toscano perché solo così l’Isola di Giannutri potrà passare dai vincoli “provvisori” alle gestione e potrà essere protetta e valorizzata attraverso attività rispettose della sua ricchissima biodiversità marina", conclude Legambiente.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'appello alla vaccinazioni anti-Covid arriva dal dottor Alessandro Dini, direttore del Dipartimento di medicina dell'Asl Toscana nord ovest
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Sport

Politica

Elezioni