Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:PORTOFERRAIO14°24°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 14 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Commesso eroe salva la collega dal rapinatore con la pistola puntata

Attualità domenica 16 ottobre 2022 ore 10:48

Rigassificatore, "lettera di Zini è inaccettabile"

Il Comitato NO rigassificatori Elba replica alle dichiarazioni che rappresentano la posizione dei sindaci elbani inviate al commissario Giani



ISOLA D'ELBA — La lettera con le richieste di compensazioni per l'Elba, inviata dal sindaco di Portoferraio Angelo Zini a nome di tutti i sindaci elbani al commissario straordinario e presidente della Regione Eugenio Giani, in merito al rigassificatore nel porto di Piombino non è piaciuta al Comitato NO rigassificatori Elba.

Perciò il Comitato elbano in un intervento ha evidenziato tutte le perplessità su quanto scritto da Zini.

Qui di seguito il testo del Comitato NO rigassificatori Elba.

"Ci spiace, Sig. Sindaco, e siamo rammaricati, che nella sua lettera al Presidente-Commissario Giani sul rigassificatore, lei abbia concluso richiedendo delle compensazioni anche per l' Elba; dal punto di vista contrattuale si tratta di un suicidio argomentativo, significando che la sicurezza può avere un prezzo.

Questo, se ce lo consente, in un progetto che per decreto è stato esentato dalla V.I.A. é un fatto grave, sia perché monetizza la vita delle persone e sia perché implicitamente suggerisce l'idea che quell'impianto sia sicuro anche se non è stato sottoposto alle usuali procedure previste dalla Comunità Europea... con che criterio, infatti, si può intendere sicura un’opera del genere senza Valutazione di Impatto Ambientale? 

E', inoltre, incomprensibile come possano essere bellamente ignorate, sia dai rappresentati istituzionali che da quasi tutte le principali categorie economiche elbane, le pesantissime, quanto prevedibili ricadute negative sul turismo dell’isola e sull’economia della Val di Cornia.

Quale famiglia con bambini se la sentirebbe infatti di scegliere l' Elba, a fronte di decine di altre possibilità, se per arrivarci deve passare a poche decine di metri da un impianto così pericoloso?

Ciò anche se i travasi dalle navi gasiere dovessero essere svolti nottetempo.

Abbiamo più volte sottolineato l’impossibilità oggettiva di garantire un “normale” traffico marittimo in un porto come quello di Piombino se ospitasse la nave rigassificatrice. 

La CGIL ha indetto uno sciopero per non aver avuto dalla Regione risposte alle proprie domande di sicurezza; vogliamo credere che anche lei sappia valutare con attenzione quelle che verranno ( se verranno) dal Commissario Giani".


Il Comitato NO rigassificatori Elba


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
È accaduto nel pomeriggio di oggi. Il fumo era visibile verso sud di Punta Calamita. Operazioni di soccorso della Guardia Costiera
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Politica