Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:08 METEO:PORTOFERRAIO20°22°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 29 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Stade de France, ancora disordini: la polizia usa gas lacrimogeni e spray urticanti sui tifosi (e i bambini)

Attualità giovedì 23 dicembre 2021 ore 15:31

Parco dell'arcipelago, il bilancio delle attività

Incontro di fine anno per sottolineare l’impegno del Parco per il contrasto al cambiamento climatico, la tutela della biodiversità e la trasparenza



ISOLA D'ELBA — Il Parco nazionale dell'Arcipelago Toscano ha fatto il punto dell'attività svolta nell'anno 2021, festeggiando i 25 anni del Parco, e illustrato la azioni in programma per il 2022.

Tra le buone notizie quella del Ministero della Transizione ecologica che ha riconosciuto finanziamenti importanti a vantaggio delle isole dell’Arcipelago Toscano: tutte le proposte progettuali presentate dal Parco per la realizzazione di interventi finalizzati alla mitigazione e all’adattamento ai cambiamenti climatici nel Programma Parchi per il Clima 2021 sono state approvate e saranno finanziati interventi per un totale di 3.144.000,00 euro. Le progettazioni riguardano gli interventi di ripristino ambientale sul fosso di Pomonte (921mila euro), ripristino terreni e aree costiere degradanti area umida di Mola a Capoliveri (549mila euro), l'efficientamento energetico dell'immobile delle Ex Galeazze a Portoferraio (1.119.193 euro), veicoli ibridi per il Parco (102.087 euro), l'estensione interventi di riqualificazione forestale di impianti di origine artificiale (407.480  euro) e l'istallazione di stazioni metereologiche dedicate alle previsioni meteo funzionali all'operatività AIB (45.140 euro).

Il 2021 è stato caratterizzato da un evento importante per la tutela della biodiversità confermando la mission principale per la conservazione della natura: la notizia della nidificazione del falco pescatore e della ricomparsa della foca monaca, assieme all’entusiasmo per l’eccezionalità della scoperta hanno fatto proseguire e intensificare l’impegno per la tutela della biodiversità. Proseguito il lavoro di approfondimento sulle popolazioni di chirotteri presenti su Elba e Pianosa, Giglio e Giannutri, di monitoraggio dei passeriformi all’Isola d’Elba, Gorgona, Capraia, Pianosa e Giglio e di gestione degli ungulati con l'attività di prelievo per il controllo del muflone e del cinghiale all’Elba finalizzati alla riduzione delle popolazioni e del muflone all’Isola del Giglio finalizzati all’eradicazione. Per quanto riguarda la flora è stato creato un vivaio forestale a Capraia, mentre è stato effettuato il monitoraggio della vegetazione a Capraia, Giannutri, Montecristo e Pianosa.

Nel corso dell’anno è stato portato avanti il complesso lavoro di revisione del Piano del parco e della redazione del regolamento. Il lavoro è risultato più complesso del previsto ma sarà prioritario concludere nel 2022 la bozza. E stato approvato il nuovo Piano Antincendio Boschivo (AIB) che nelle prossime settimane sarà vagliato dal MiTE, sentiti il CUFAA e la Regione. Il piano è affiancato da una convenzione attivata con il Coordinamento Volontari Toscana AIB in ragione della quale il PNAT prosegue nell’impegno di contribuire annualmente alle attività svolte dai volontari nel territorio dell’Arcipelago Toscano. Proposto anche il nuovo Bilancio di Sostenibilità, con una rilettura del ruolo e delle ricadute del Parco Nazionale sul territorio.

Il 2021 ha visto anche l’inserimento del Parco nella prestigiosa Green List della IUCN, riconoscimento che vale per soli 60 parchi nel mondo, il rinnovo della certificazione della Fase 1 della CETS e la certificazione della Fase 2 di 32 strutture ricettive e il consolidamento nella gestione della Riserva della Biosfera MAB UNESCO con l’insediamento del Comitato di Gestione.

Infine nell'arco dell'anno sono stati completati gli interventi per i nuovi allestimenti della Casa del Parco di Marciana e di Rio, del nuovo info Point al Giglio in collaborazione con il Comune e la Pro Loco; è stato aperto al pubblico il Museo delle Scienze Geologiche e Archeologiche di Pianosa, avviata la gestione delle visite del complesso catacombale di Pianosa e collaborato alla mostra archeologica dedicata alla statua della Venere di Capraia. Inoltre sono stati portati avanti gli interventi di manutenzione ordinaria della rete sentieristica in tutte le isole del Parco, grazie anche alla stretta collaborazione con il Club Alpino Italiano per quanto riguarda l’Isola d’Elba e coinvolgendo i detenuti che operano a Gorgona e a Pianosa in un progetto di recupero sociale condiviso con le due amministrazioni penitenziarie. Promosse le importanti sinergie e collaborazioni con Legambiente, con MareVivo, con Italia Nostra nel campo della valorizzazione delle risorse ambientali e storico-culturali e, infine, è stato completato il recupero del relitto del Bora Bora che si era incagliato a Montecristo due anni fa.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'avviso con le informazioni è stato diffuso dalla Capitaneria di porto di Portoferraio. Ecco le informazioni per gli interessati
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Elezioni

Attualità

STOP DEGRADO