Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:14 METEO:PORTOFERRAIO12°28°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 17 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Napoli, Giuliano Sangiorgi riceve la chitarra di Pino Daniele dal figlio e si commuove

Attualità mercoledì 09 settembre 2015 ore 12:09

Il relitto illuminato e la magia dei fondali

Le incredibili immagini del relitto dell'Elviscott illuminato nelle profondità marine: il Team italiano con Esest ha riportato in vita il mercantile



MARCIANA — Dalle profondità del mare davanti alla spiaggia dell'Ogliera dove è affondato il 10 gennaio del '72 torna a splendere l'Elviscott. Il team italiano di Antonio Ciaccio, Giorgio Pirovano, Roberto Barbieri e Federico Haland Gaeta, in collaborazione con Esest (European society for Enviromental Science and Technologies) ha riportato la luce sul relitto abbandonato e il video dell'impresa è mozzafiato.

Dallo scafo agli interni lo sguardo del sub spazia in ogni anfratto raccontando ancora una volta, a più di trent'anni di distanza, la storia del mercantile che ha trovato la sua fine sugli scogli di Pomonte.

"Vogliamo lasciare un’eredità di emozioni, immagini, ricordi – spiegano dal Team italiano – immortalata anche attraverso un documentario ed un insieme di materiali illustrativi, che verranno realizzati e distribuiti successivamente"

L’Elviscot era un piccolo mercantile costruito nel 1960 di 62,25 metri di lunghezza per una stazza di 499 tonnellate. Fu costruito da Scheepswerven Gebr. Van Diepen Waterhuizen, azienda olandese, e proprietaria ne divenne la Lavinia Antonio Scotto di Napoli che la usò per il trasporto di legname.

Nelle vicinanze dello scoglio dell’Ogliera di fronte a Pomonte, il 10 gennaio 1972, l’Elviscot, partito da Napoli e diretto a Marsiglia, naufragò andando a sbattere sugli scogli a causa del mal tempo e finendo addirittura sugli stessi scogli, per fortuna senza conseguenze per l’equipaggio.

Il relitto rimase con la poppa semi-affondata e la prua incagliata sugli scogli, costituendo un potenziale pericolo per i bagnanti della vicina spiaggia e per il piccolo cabotaggio. Per questo motivo, ben presto lo scafo fu in parte recuperato e il resto affondò completamente.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Luci dal Profondo - Il relitto dell'Elviscott a Pomonte illuminato di notte
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il sindaco Tiziano Nocentini ha deciso di attribuire le deleghe all'ex direttore del presidio ospedaliero di Portoferraio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Attualità