Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PORTOFERRAIO9°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 27 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il porno di Houellebecq

Cronaca lunedì 10 ottobre 2022 ore 17:00

La sabbia dell'Elba in vendita su Internet

Foto di: Da ebay.de

La legge italiana non permette di asportare, sabbia, sassi e conchiglie dalle spiagge ma su ebay.de si ignora il divieto e si fanno affari



GERMANIA — Sembra uno scherzo di cattivo gusto ma è realtà. Come segnalato sui social e, come verificato, sul sito di vendita e acquisti online ebay.de, che fa capo al mercato tedesco, fra i prodotti in vendita ci sono anche piccoli sacchetti di sabbia dell'isola d'Elba.

Si può scegliere di acquistare un sacchetto di sabbia delle spiagge elbane di Lacona, Fetovaia, Biodola e Scaglieri. Ogni sacchetto a partire dalla cifra base di 1 euro.

Il punto è che in Italia è assolutamente vietato prelevare sabbia, sassi e conchiglie dalle spiagge.

E invece c'è chi continua non solo ad ignorare il divieto, - si tratta di compiere un reato - ma addirittura c'è chi ne fa un affare.

"Il Codice della Navigazione in relazione all’attuale giurisprudenza, infatti, qualifica l’abusiva asportazione di sabbia e ciottoli dalle spiagge quale reato di furto aggravato, sia in relazione alla destinazione della cosa (sabbia ovvero il bene demaniale) alla pubblica utilità, nonché per l’esposizione della stessa alla pubblica fede, causando un danno idrogeologico all’arenile pregiudicandone la fruibilità del lido marino (sottoposto a vincolo paesaggistico ed archeologico- patrimonio Unesco", avevano commentato dal Parco Nazionale Arcipelago Toscano nel 2020 quando furono bloccato 13 sacchi di sabbia elbana all'aeroporto di Pisa.

Chi estrae abusivamente arena o altri materiali nell’ambito del Demanio marittimo o del mare territoriale ovvero delle zone portuali della navigazione interna, senza autorizzazione non solo rischia conseguenze penali ma, sarà costretto anche a pagare una sanzione amministrativa di una somma da 1.549 a 9.296 euro.

Speriamo che le autorità competenti possano intervenire e fermare questo scempio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Legambiente: "Evitiamo passi indietro. Strano che tutti i timori ambientali per il rigassificatore scompaiano di fronte a un mega-gasdotto"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Politica