Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:30 METEO:PORTOFERRAIO13°17°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 17 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Politica venerdì 13 settembre 2013 ore 09:25

Fns Cisl contro il carcere a Pianosa "Il Ministro dovrebbe pensare a ben altro che a riaprire Pianosa"



ISOLA D'ELBA - L'idea della riapertura del carcere di Pianosa non piace alla Fns Cisl che giudica negativamente la proposta, che suona come una decisione già presa, del Ministro della Giustizia di diportare a Pianosa la struttura carceraria con tutto ciò che questo comporta. Per il sindacato sarebbe meglio puntare a riorganizzare le carceri della Toscana che versano in condizioni fatiscenti e migliorare la condizione di chi ci vive e ci lavora.
"Ci risiamo, mentre molte delle carceri della Toscana (per non dire d‘Italia) cadono a pezzi, mentre il Personale di Polizia Penitenziaria è allo stremo per una gestione così difficile come quella che ogni giorno rappresentiamoall’Amministrazione Penitenziaria ed alle Istituzioni tutte, si torna a parlare di riaprire Pianosa.In un momento di difficoltà economica come quella che vive il nostro Paese si pensa di spendere milioni di euro perripristinare una situazione in stato di abbandono da anni e anni, invece di mettere mano a ristrutturare carceri intoscana che hanno metà dei reparti detentivi in situazioni di gravissimo degrado ambientale, e padiglioni che sarebberoutili ad ospitare centinaia di detenuti, ormai dichiarati inagibili e lasciati andare all’incuria del tempo e dello Stato.Non ci sono soldi e mezzi per assicurare diritti e sicurezza agli Operatori Penitenziari tutti ed il Ministro che fà….. sipropone di fare accordi con l’Ente Parco e la Regione Toscana per riaprire Pianosa ?Per far credere ai Cittadini che non ci sono particolari problemi ad una operazione del genere, dichiarano che aPianosa andrebbero solo detenuti in regime di articolo 21 (una norma che ammette i detenuti, durante le ore dirne, alavorare all’esterno del carcere senza sorveglianza continua) o detenuti semiliberi. Ma devono spiegare ai Cittadini chenon conosco molto bene le norme penali che – comunque – sempre di detenuti si tratta. Questo presuppone che suPianosa debba essere riaperta una Struttura Penitenziaria, perché così è previsto e imposto dalle leggi.Anche in questi giorni abbiamo effettuato visite negli Istituti della Toscana ( Lucca e Sollicciano di Firenze gli ultimivisitati) e la situazione strutturale è disastrosa. Zone interdette all’agibilità, risorse economiche sostanzialmenteesaurite, Personale allo stremo della sopportazione per una diffusa disorganizzazione generale del Ministero.Basta allora con queste trovate mediatiche…. Il Ministro della Giustizia dovrebbe occuparsi di ben altro che continuarea pensare a Pianosa. Vada a rileggersi cosa hanno patito e sofferto per generazioni intere chi ci ha vissuto (i detenuti) echi ci ha lavorato (i Poliziotti Penitenziari). Vada a leggersi il Ministro Cancellieri cosa portò i suoi predecessori achiudere il carcere sull’isola. E se poi il Ministro Cancellieri vuole sostenere i bisogni dell’Ente Parco e della RegioneToscana a trovare un modo per ristrutturare e riorganizzare l’Isola di Pianosa in quanto tale, s’impegni nel Governo pertrovare risorse straordinarie per sostenere il lavoro, magari finanziando un progetto che consenta a disoccupati e cassaintegrati di avere una opportunità, di lavoro per l’appunto, oggi così difficile da trovare.Il Segretario GeneraleFabrizio CIUFFINI

Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A ricostruire la vicenda è il sindacato di polizia penitenziaria Sappe che torna a chiedere più mezzi e personale in servizio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Sport