QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 12°12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 17 gennaio 2020

Cultura lunedì 08 aprile 2019 ore 13:05

​Villa “astronave” dell'Elba in mostra a Firenze

Villa Balmain, attuale Villa della Valle (foto di Pietro Savorelli su Instagram di @leonardoricci_architetto)

Il progetto dell'avveniristica Villa Balmain sarà esposto all'interno della mostra dedicata all'architetto Leonardo Ricci che la progettò nel 1958



FIRENZE — Una mostra per celebrare il centenario della nascita di Leonardo Ricci, personalità di spicco nel panorama architettonico italiano del secondo Dopoguerra sarà inaugurata il 12 Aprile prossimo nell’ex Refettorio di Santa Maria Novella a Firenze e sarà aperta fino al 26 Maggio.

Nella mostra dal titolo Leonardo Ricci 100. Scrittura, pittura e architettura: 100 note a margine dell’Anonimo del XX secolo, insieme ai materiali d’archivio dello CSAC di Parma, saranno esposti per la prima volta i lavori conservati nella casa-studio dell’architetto a Monterinaldi.

E fra i vari progetti ci sarà anche quello della villa avveniristica, che ricorda la struttura di un'astronave, progettata nel 1958 per il celebre stilista francese Pierre Alexandre Claudius Balmain, e poi costruita sotto il paese di Poggio (Marciana).

Villa Balmain, l'attuale Villa della Valle, come si legge sul sito www.architetturaintoscana.it è posizionata su un terreno collinare con un mirabile affaccio verso il mare ha un impianto planimetrico che entra in simbiosi con la natura cercando di ricalcarne le direzioni nel dinamismo e la plasticità dei suoi elementi. Un primo volume dalla forma ellittica in c.a. intonacato, sorta di curva di livello librata nell'aria e sostenuta da un doppio supporto: un puntone-tirante in c.a. in prossimità della piscina (anch'essa ellittica) e un muro a scarpa rivestito in muratura.

Un secondo volume trapezoidale converge a spina nel primo, realizzato in muratura a bozze di granito è ancorato alla collina tramite una passerella che esalta il dinamismo dell'ingegnosa soluzione strutturale. Il volume sollevato del corpo ellittico contiene nella parte a ovest completamente vetrata il soggiorno e in quella più chiusa verso sud due camere da letto; la cucina, i servizi e l'autorimessa sono invece ricavati nel nucleo secondario. Ambedue i nuclei si sviluppano su tre piani fuori terra: il corpo ellittico è vuoto al piano terra, lasciando risaltare la scala a chiocciola dalla struttura in ferro e gradini in lastre di pietra che raggiunge il balcone solarium, coperto dal grande tetto ovoidale caratterizzato al centro da un'ampia fessura circolare”.

La Villa ancora oggi rappresenta uno dei progetti sperimentali più innovativi a livello architettonico.

Nella mostra dedicata a Leonardo Ricci, come si legge nella presentazione della mostra, promossa da Comitato per il centenario della nascita dell'artista, saranno esposti documenti video/audio e brani di riviste per contribuire a rendere comprensibile il messaggio poliedrico ma profondamente organico, tradotto magistralmente da Ricci anche attraverso la forma scritta.

Il risultato è uno stupefacente quadro della ricchezza della ricerca teorica, della produzione artistica e dell’attività progettuale di Leonardo Ricci scrittore, pittore e architetto.

La mostra, curata da Maria Clara Ghia, Ugo Dattilo e Clementina Ricci, ha l’obiettivo di presentare la figura di Leonardo Ricci in maniera libera e asistematica, con un chiaro taglio interdisciplinare. 

A guidare il visitatore saranno stralci di Anonimo del XX Secolo, libro di respiro esistenzialista scritto da Ricci negli Stati Uniti nel 1957, “non un libro dotto per specializzati ma aperto a tutti”, come lo definiva il suo autore.

“Il mio desiderio - scriveva - era quello di trattare alcuni argomenti strettamente connessi alla mia sfera di attività che si svolge principalmente nel campo dell’urbanistica e dell’architettura, ma in maniera non specifica”.

Nella presentazione della mostra, sul sito della Fondazione Giovanni Michelucci, una delle immagini in evidenza è proprio quella di Villa Balmain appena costruita.



Tag

Scontro tra treni della metro a Napoli, 2 feriti gravi: le immagini dall'alto

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità