Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PORTOFERRAIO15°17°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 12 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La Spezia, crolla il ponte levatoio della Darsena di Pagliari: il momento in cui cade tutto

Cronaca lunedì 21 agosto 2017 ore 14:30

Far west in un bar, due arresti

bar
Il bar dove è avvenuto l'arresto

Una riese ed un rumeno danno in escandescenze, danneggiano il locale e oppongono resistenza ai Carabinieri. Lei in carcere, lui ai domociliari



RIO MARINA — I fumi dell’alcool, si sa, danno alla testa e non permettono di ragionare. Le conseguenze per una coppia piaggese si sono materializzate con il loro arresto da parte della pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Rio Marina. Nella tarda serata di qualche giorno addietro la coppia composta da A.B. 27enne rumeno e E.T., 39enne riese già nota alle Forze dell'Ordine,  entrambi residenti a Rio Marina, è entrata in un bar del posto, palesemente ubriachi, ed hanno chiesto ancora da bere. Al (giusto, ndr)  rifiuto della titolare hanno cominciato ad inveire, sempre più pesantemente, contro la ragazza e gli avventori del bar stesso, colpendo addirittura con un manico di scopa il nonno della titolare intervenuto per difendere la nipote e lanciando dei vasi di fiori contro la vetrata del locale, mandandola in frantumi. Nel frattempo una pattuglia dei Carabinieri, chiamata dai gestori del bar, interveniva prontamente riuscendo a bloccare i due ubriachi non senza notevoli difficoltà soprattutto per la reazione dei due talmente repentina e violenta da causare lievi lesioni anche ad uno dei due militari in uniforme che aveva provato in tutti i modi di riportare la calma e far ragionare i due individui. Dopo averli caricati a forza sull’autovettura di servizio, con l’ausilio anche  di un agente di Polizia Municipale intervenuta in soccorso, la coppia è stata accompagnata presso gli Uffici del locale Comando Stazione Carabinieri e, dopo gli accertamenti, la ricostruzione dei fatti e le formalità di rito, sono stati dichiarati in stato di arresto. L’indomani presso il Tribunale di Livorno, i Magistrati hanno convalidato l’arresto disponendo la traduzione della detenuta (a causa di altri provvedimenti già in atto nei suoi confronti, ndr) presso il carcere femminile di Pisa mentre il compagno è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione di Rio Marina. La coppia dovrà rispondere all’Autorità Giudiziaria livornese dei reati di violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento aggravato del bar, lesioni a danno di alcuni avventori del bar e porto di oggetti atti ad offendere in quanto nella tasca dei pantaloni l’uomo portava un cutter che fortunatamente non è riuscito a tirar fuori.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ritrovamento è avvenuto nella mattinata intorno alle 8 ed è stato segnalato da un surfista che si trovava nella spiaggia di Lacona
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Monica Nocciolini

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Politica