QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 19°20° 
Domani 19°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 18 ottobre 2019

Politica sabato 26 aprile 2014 ore 00:01

Tutti i nomi della lista di Anna Bulgaresi

Ecco candidati e programma



MARCIANA — Programma elettorale e candidati della lista che sostiene la candidatura del sindaco uscente Anna Bulgaresi a Marciana:

Candidata a sindaco
ANNA BULGARESI PORTOFERRAIO 28/10/1967

CANDIDATI ALLA CARICA DI CONSIGLIERE COMUNALE


MARCELLO MASSIMO BALESTRINI PORTOFERRAIO 11/08/1958


MASSIMO BENVENUTI CAMPO NELL'ELBA 26/11/1962


DANIELE CALDARERA PORTOFERRAIO 05/03/1976


MAURO CARDELLA PORTOFERRAIO 09/08/1967


DANIELE CIANGHEROTTI MARCIANA 29/08/1966


SILVESTRE FERRUZZI ROMA 30/12/1976


FEDERICO GALEAZZI PORTOFERRAIO 16/08/1992


GABRIELE GENTILI PORTOFERRAIO 31/12/1979


DANIEL GIACOMELLI PORTOFERRAIO 18/05/1974


CRISTIANO RICCI PORTOFERRAIO 05/06/1973

Ci sono soltanto due mezzi per pagare i debiti: sforzandosi di aumentare il reddito, sforzandosi di diminuire le spese (THOMAS CARLYLE, Presente e Passato-1843).

La presentazione di questo programma elettorale non sarebbe potuta partire con una frase più azzeccata.
La prima scelta che l’amministrazione Bulgaresi nel 2009 si è trovata ad affrontare è stata proprio questa: aumentare il reddito, cioè le tasse ai cittadini oppure diminuire le spese, quelle che in un periodo come questo sono eccessive, come le rate per i mutui contratti passati da 1.167.940,28 € del 2008 a 881.864,84 € nel 2013. Da sottolineare che tra i mutui contratti dalle passate amministrazioni ce n'era uno di € 150.600 per acquisire quote societarie in ASA che non è stato utilizzato per tale fine ma devoluto per altre spese. La scelta è stata quella di diminuire le spese, prime tra tutte la diminuzione dell'indennità di funzione degli amministratori portando il riconoscimento agli assessori da 619,75 € lordi a 232,10 € lordi.
La seconda scelta è stata quella di approvare comunque un bilancio consuntivo 2008 con un disavanzo di amministrazione pari a - 539.895,18 €, assumendosene la responsabilità politica, e completamente ripianato attraverso un contenimento delle spese, in quanto l’immobile comunale da vendere (l’ex sede comunale a Marciana, invece dell’immobile dove sono situate le Poste e il ristorante Bellavista a Marciana, scelto dalla precedente Amministrazione) è stato poi, di fatto, alienato successivamente.
La terza scelta è stata quella di procedere al pagamento di fatture inevase per un totale di 1.500.000 € liquidate nell’arco di tre anni (2009-2010-2011)
Oltre al pagamento delle fatture ai fornitori si sono aggiunte inoltre alcuni “piccoli” debiti: esproprio parcheggio Campo All’Aia per un totale di 308.188€, transazione con ESA per fatture non pagate per un totale di 428.587,24 €, pagamento ruolo Equitalia emesso dalla Regione per sanzione inflitta al comune di Marciana per smaltimento non autorizzato di alghe per un totale di 91.140,30 €.
Dal 2009 l’Italia è stata letteralmente invasa da una crisi economica recessiva che ha colpito ogni settore dell’economia, della società, dello Stato e soprattutto dei piccoli comuni, ma il nostro Comune, come descritto nei dati precedenti, era già in un profondo buco nero, dal quale siamo usciti solo da due anni, senza accendere nuovi mutui, ma solo contenendo la spesa contando sulle risorse oggi a disposizione senza immaginare soluzioni che rischiano, almeno per il prossimo futuro di rivelarsi illusorie.
Per questo il programma che andiamo ad esporre si basa su obiettivi
raggiungibili e non su illusioni certi di una sola cosa:

ORA MARCIANA PUO’:
o Avviare finalmente il progetto di ampliamento del cimitero di Marciana con la realizzazione di 48 nuovi loculi e sistemazione delle luci esterne;
o Realizzare il ripascimento della spiaggia di Sant’Andrea;
o Realizzare il Parco attrezzato a Patresi per il quale è stato necessario approvare il progetto definitivo, trovare la copertura finanziaria e procedere con gli espropri dei terreni;
o Avviare la riqualificazione della zona a mare di Sant’Andrea;
o Avviare l’abbattimento delle barriere architettoniche nella scala di accesso alla sede comunale;
o Realizzare uffici turistici Marciana e Sant’Andrea;
o Spostamento antenne dal piazzale antistante il cimitero di Marciana.


Nei prossimi anni potrà procedere a realizzare altri interventi per i quali sono già stati approvati i progetti :
o Ristrutturazione ed adeguamento degli impianti a servizio della scuola di Marciana (ristrutturazione campo sportivo Marciana e palestra scuola Marciana);
o Riqualificazione dei cimiteri comunali di Pomonte e Poggio;
o Sopraelevazione parcheggio a Marciana.

INTERVENTI IMMEDIATI:
• MONITORAGGIO DEL SERVIZIO IDRICO: dal 2009 ad oggi l’approvvigionamento idrico del versante occidentale è stato un principio costante di questa amministrazione che è comunque riuscita, con l’aiuto delle autorità e degli Enti per questo incaricati ad ottenere una notevole diminuzione della carenza d’acqua nei periodi estivi;
• POTENZIAMENTO della raccolta differenziata attraverso l’attivazione dei centri di raccolta e perfezionamento del servizio soprattutto per le attività commerciali.

AMBIENTE

Rifiuti
Nel 2012 siamo riusciti ad attivare la raccolta differenziata portando la percentuale da un 6% al 18,29 % in una sola stagione. Nel 2013 abbiamo raggiunto il 27 %, mentre i primi dati del 2014 ci attestano al 37,37%. L’obiettivo del 55% è quello prefissato dall’amministrazione per vedersi annullata l’ecotassa Regionale.
Sicuramente la gestione fino ad oggi non è stata soddisfacente, in quanto non sono andati a regime gli obiettivi che l’amministrazione aveva previsto, soprattutto per la raccolta negli esercizi pubblici.
E’ comunque volontà dell’amministrazione modificare ulteriormente il servizio magari ritornando ad una gestione più centralizzata, dopo che la normativa, dopo varie modifiche, ha decretato che le società partecipate, quali ad esempio la Marciana Civitas possono essere oggetto di nuovi affidamenti di servizi . Questa amministrazione ha comunque approvato con Delibera di Consiglio Comunale n° 3 del 07.04.2014 la variante puntuale allo strumento urbanistico che individua due aree a Literno e a Pomonte destinate a centri di raccolta atti a migliorare la gestione e lo stoccaggio dei materiali provenienti dalla raccolta differenziata consistenti nella realizzazione di un punto di stoccaggio temporaneo di rifiuti con l’impiego di 2/3 cassoni scarrabili per ingombranti, metalli e legno nella frazione di Pomonte e nella realizzazione di un ecocentro con scarrabili per rifiuti rappresentati da frigoriferi, raccolta di metalli, raccolta di legno, carta e cartone e RAEE in località Literno nella frazione di Procchio.
Energie rinnovabili
Il Comune ha partecipato alla stesura del PAES (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile), dopo l’adesione al Patto dei sindaci che prevede l’attivazione di misure atte a diminuire le emissioni di CO2 nell’ambiente attraverso interventi di efficienza degli impianti di illuminazione, per l’efficienza termica, l’installazione di impianti fotovoltaici e pannelli solari termici su immobili comunali e pale eoliche di piccola taglia su aree di proprietà comunale. E’ stato inoltre definito un progetto pilota per l’utilizzo di pompe geotermiche nel condizionamento di edifici pubblici in sostituzione dell’attuale sistema di riscaldamento. All’interno del progetto è stata presentata una ipotesi progettuale di utilizzo delle alghe per fini energetici impiegandole per co-digestione anaerobica insieme ai fanghi di depurazione.


Spiagge
Nell’ottica di risolvere definitivamente il problema dell’erosione, soprattutto nelle spiagge di sabbia, è stato firmato con la Provincia di Livorno un protocollo d’intesa per il posizionamento di dighe sottomarine per il trattenimento della sabbia a Sant’Andrea. Tale intervento sarà realizzato entro la stagione turistica 2015.
Verranno inoltre realizzati i ripascimenti degli arenili di Chiessi, di Patresi, di Pomonte, delle spiagge di Procchio e di Spartaia e aree attrezzate per il ricovero a terra delle imbarcazioni dei cittadini residenti.
Parco a terra e Parco marino
Fin dal suo insediamento, questa amministrazione, ha fatto parte del Consiglio Direttivo dell’Ente Parco, in quanto territorio per oltre l’80 % inserito all’interno di esso.
Ha cercato di avvicinare questo Ente alla gente vendendo un immobile sito all’interno del centro abitato di Marciana, nella speranza che possa diventare un ufficio distaccato o un centro di educazione ambientale.
Inoltre abbiamo cercato di mantenere costante l’apertura della Casa del Parco a Marciana ed offrire la propria disponibilità alla realizzazione di passeggiate o eventi che portassero alla conoscenza capillare del territorio marcianese.
Abbiamo richiesto a gran voce e sedendoci a tutti i tavoli istituzionali il contenimento degli ungulati, accollandoci il malcontento di alcune associazioni animaliste, ma la sicurezza e l’incolumità dei cittadini è al primo posto in una buona amministrazione. Per ora i risultati ottenuti sono un maggior numero di abbattimenti controllati e pianificati oltre all’aumento del posizionamento delle cosiddette gabbie di cattura. Sono lievemente diminuiti i cinghiali, ma deve essere svolto un lavoro migliore per quanto riguarda i mufloni.
L’obiettivo è quello di riuscire ad avviare un processo condiviso con le altre amministrazioni affinchè si possano essere garantite nel territorio di Marciana aree riservate all’esercizio venatorio.
Per quanto riguarda il Parco Marino, siamo assolutamente contrari alla sua istituzione fino al momento in cui la popolazione non beneficerà di tutte le potenzialità promesse nel momento in cui il Parco a terra è stato istituito.Non possiamo permettere di allargare anche in mare i vincoli già presenti a terra.
Saranno previste delle zone di ripopolamento necessarie anche e soprattutto per le attività subacquee.

Castagni
In seguito agli accordi con gli Enti preposti e alla firma del protocollo per l’attuazione del quale e’ stato ottenuto un contributo di 100.000 €, con la Regione Toscana e la Provincia di Livorno per la lotta contro il Cinipide e le misure di rilancio della castanicoltura, questa Amministrazione si è attivata con l’Agenzia del Demanio per l’acquisizione di aree boscose a San Cerbone e a Patresi. L’obiettivo è quello di ripristinare l’agricoltura tradizionale con il reimpianto di colture tipiche come la vite e gli ortaggi e il mantenimento e cura dei boschi di castagno, cercando di creare opportunità di lavoro che potrebbero riunirsi in cooperative o dare vita ad imprese individuali.

SETTORE SOCIALE CULTURA E SCUOLA
Sanità
L’Amministrazione in questi ultimi anni, è stata sempre in prima linea per quanto riguarda la difesa della sanità a livello comprensoriale. Presente ad ogni manifestazione di protesta, ma anche ad ogni tavolo di concertazione con la Regione Toscana e l’Azienda Sanitaria per definire le priorità dell’Elba. Abbiamo lavorato anche per inserire nel Piano di riordino sanitario la realizzazione di ben tre presidi integrati di primo livello nelle frazioni di Pomonte, Marciana e Procchio.
Assistenza Domiciliare
Questa Amministrazione ha aderito alla campagna regionale di attivazione delle Botteghe della Salute, servizio gratuito atto ad utilizzare i giovani del Servizio Civile che ha l’obiettivo di rendere più accessibile la rete dei servizi pubblici (servizi sanitari, sociali e altri servizi di pubblica utilità come i servizi INPS e quelli postali) ai cittadini che vivono in zone particolarmente disagiate e periferiche, con un’attenzione particolare ai soggetti più fragili e vulnerabili (anziani e persone disabili).
Associazioni e volontariato
Le associazioni sono indispensabili per raggiungere le necessità della popolazione in quanto sono un valido strumento per realizzare attività che per la pubblica amministrazione sarebbero di difficile realizzazione.
Sicuramente senza il supporto e l’attività dei volontari nessun servizio sarebbe garantito alla comunità. In questi anni, l’Amministrazione ha provveduto all’acquisto e alla donazione di un mezzo sociale per trasporto disabili alla Misericordia di Pomonte e Chiessi, oltre a un contributo per l’acquisto di un nuovo mezzo di soccorso con più caratteristiche di bordo.

L’Amministrazione ha inoltre provveduto annualmente all’erogazione di contributi per prestazioni di servizio all’ associazione di volontariato Pubblica Assistenza di Marciana Marina, associazione vicina territorialmente.
Continua l’impegno dell’Amministrazione nella Gestione Associata del gruppo Intercomunale di Protezione Civile dei tre comuni del versante occidentale, la cui attività e’ stata ed e’ estremamente importante sia da un punto di vista della prevenzione che da quello di tempestività su interventi di varia natura (incendi, ricerca e recupero persone scomparse, alluvione 2011, etc.)
Progetti rivolti alla terza età
Visto che fortunatamente il Comune di Marciana è il più longevo dell'Isola d'Elba, e non solo, l'obiettivo è quello di offrire una qualità di vita migliore alle persone più anziane.
Favorire la socializzazione tra persone della stessa età e valorizzare il patrimonio di esperienze che gli anziani possono trasmettere ai ragazzi è un obiettivo che questa amministrazione vuole raggiungere partendo dagli investimenti sulle strutture che ha nel proprio patrimonio o crearne altre.
Nella frazione di Procchio, ad esempio, è stata finalmente realizzata la “Casetta di Legno” presso il Parco Attrezzato, il cui uso sarà destinato ad iniziative che riguardino soprattutto la terza età. A Colle d’Orano invece, è stata ristrutturata l’ex scuola elementare affinchè possa essere gestita dalla comunità.
Nel paese di Pomonte verrà verificata l’effettiva situazione dell’ex scuola elementare (chiusa dalla precedente amministrazione in quanto ritenuta non sicura), ed anche essa affidata alla comunità per la sua gestione.
Questa Amministrazione si e’ attivata affinchè il Circolo di Poggio, in parte di proprietà demaniale, fosse totalmente di proprietà del Comune. E’ recente la comunicazione dell’Agenzia del Demanio che tale stabile è finalmente passato totalmente nel patrimonio comunale.
In queste strutture dovranno essere organizzate iniziative culturali rivolte ad un pubblico adulto, come collegamenti con università (esiste già una convenzione con l’università E-Campus), convegni culturali , ma anche e soprattutto corsi tenuti da persone qualificate che possano servire ai giovani per arricchire culturalmente e indirizzare al meglio le loro scelte scolastiche ed universitarie.
In tutte le strutture sopra elencate dovranno svolgersi anche corsi pratici di pittura , musica ed arte in genere

Progetti rivolti ai giovani
I ragazzi sono sicuramente i più affamati di offerte ricreative e culturali, iniziative che sul nostro territorio stentano a realizzarsi, vuoi per la conformazione territoriale vuoi per le difficoltà ad oggi riscontrate ad individuare luoghi da destinare alle esigenze dei più giovani. Nel prossimo futuro potremo però effettivamente e seriamente destinare l'utilizzo di alcuni immobili comunali ristrutturati e resi nuovamente usufruibili alle attività rivolte strettamente ai giovani.
Abbiamo utilizzato San Sebastiano quale sede di associazioni musicali per poter offrire un’alternativa culturale ed abbiamo in programma di attrezzare altri spazi pubblici per progetti di socializzazione tra giovani, anche e soprattutto in collaborazione con le associazioni che più si impegnano nella programmazione invernale e che già utilizzano immobili comunali per le loro attività.
Altro obiettivo di questa Amministrazione e’ quello di facilitare la fruibilità delle strutture sportive presenti sul territorio, per questo è stato approvato il progetto di ristrutturazione della Palestra e del Campo Sportivo di Marciana, oltre che finanziato totalmente il progetto di illuminazione del campo sportivo Procchio.
Scuola e cultura
L’obiettivo dell’Amministrazione era quello di valorizzare i beni culturali presenti sul territorio: così abbiamo iniziato con la riapertura del Museo Archeologico, la riqualificazione della Fortezza Pisana con l’allestimento di un museo permanente al suo interno che punti ad allargare l’offerta turistica anche nei periodi primaverili ed autunnali con l’obiettivo di allungare la stagione turistica.
E’ stata ristrutturata la Zecca e dovrà essere ristrutturato l’ Archivio Storico in modo da completare l’offerta del circuito culturale nel centro storico di Marciana
La Collegiata di San Sebastiano è già stata adeguata per renderla disponibile a convegni, proiezioni, ma l’obiettivo è quella di utilizzarla anche come sala cinematografica in modo che possa essere utilizzata come punto di socializzazione per i residenti soprattutto nei periodi invernali. L’attività cinematografica dovrà essere estesa anche al cinema estivo all’aperto in quanto alcune piazze del territorio si prestano a tale attività estiva. Sono inoltre previste mostre permanenti o semi permanenti non ultima quella dedicata al maestro Josè Antonio Abreu Anselmi, originario del paese di Marciana, fondatore del sistema delle orchestre e dei cori giovanili e infantili in Venezuela, per il quale stiamo lavorando all’ organizzazione della sua cittadinanza onoraria che dovrà avvenire nei primi giorni del mese di Giugno.

Per quanto riguarda la scuola questa amministrazione si è attivata affinchè fosse scongiurata la chiusura del plesso scolastico di Marciana ed addirittura chiedendo ed ottenendo il prolungamento dell’offerta formativa con l’istituzione del tempo pieno per la scuola primaria.
Per la scuola dell’infanzia è stato approvato il progetto di adeguamento della sede di Marciana che permetterà ai bambini che la frequentano di usufruire di un ambiente più sano.
E’ stato istituito da questa amministrazione il Campo solare a Procchio e reso più agevole la fruizione di quello di Marciana Marina con l’attivazione del servizio di trasporto gratuito per le famiglie che ne facessero richiesta .
URBANISTICA
Regolamento Urbanistico
Il regolamento urbanistico generale è stato affidato, nel 2010 alla Gestione Associata con i comuni di Campo nell’Elba, Rio nell’Elba e Portoferraio, di cui quest’ultimo è il capofila, ma è ancora nella fase di istruttoria. Per questo motivo nel 2013 è stata avviata l’approvazione di un Regolamento Urbanistico di minima nel quale sono previste aree per l’edificazione di prime case anche nei centri abitati di Marciana e Poggio, oltre che il recupero di alcune strutture fatiscenti con l’obbligo, in alcuni casi, di prevedere l’assegnazione di immobili da destinare ad edilizia convenzionata, oltre che la possibilità di richiedere il cambiamento di destinazione d’uso e/o frazionamento in residenziale, purchè le nuove unità abitative abbiano una superficie utile netta superiore a 28 mq superando il limite precedente di 35 mq.
Per quanto riguarda il famigerato Centro Servizi di Procchio, questo è la ferita più grossa ereditata dall’amministrazione Bulgaresi, in quanto la sua demolizione è stata un’impresa ardua ed il risultato di un grande lavoro di sinergia tra Amministrazioni (Regione e Comune) nell’ottica di liberarsi da questa costruzione ormai fatiscente senza far pagare un solo euro ai cittadini. Quello che sarà il futuro di quell’area sarà il risultato di una concertazione tra Regione, Comune ed Ente parco, così come da delibera regionale n° 257 del 15.04.2013, in quanto il vigente regolamento urbanistico, approvato nel 2007, prevede ancora la ricostruzione dello stesso numero di appartamenti e di fondi commerciali.
L'obiettivo di questa Amministrazione è rendere il paese di Procchio sicuro dal punto di vista idraulico e questo sarà realizzato grazie ai soldi stanziati dalla Regione Toscana già a partire dall'autunno prossimo, quando cominceranno i lavori di messa in sicurezza dell'area che dal mare arriva alla strada provinciale, compresa il tratto della via del Mare. Successivamente sarà realizzato il fosso nella zona dell'Ecomostro e solo ed

esclusivamente da quel momento in poi potrà essere effettivamente valutata la possibilità di riedificare o meno in quell'area.
Questa Amministrazione ha collaborato attivamente con la Regione Toscana e la Provincia di Livorno affinchè venisse riconosciuta e regolamentata l’attività dell’albergo diffuso, unica possibilità data ai nostri paesi per trasformare vecchi immobili in disuso in attività ricettive che diano servizi comuni e centralizzati.

VIABILITA’ E TRASPORTI
In vista della gara regionale che prevede l’esternalizzazione di tutto il servizio di Trasporto Pubblico Locale, questa amministrazione ha cercato di impegnare risorse aggiuntive per permettere di non essere esclusi dalla rete regionale di servizi.
Il trasporto pubblico ha sempre mostrato notevoli lacune, soprattutto nel periodo invernale, giustificate dalle aziende con una carenza di utenza, per questo ci siamo impegnati nei tavoli istituzionali affinchè potessero essere previsti anche servizi a chiamata che possano funzionare come dei taxi collettivi , meno dispendiosi per le aziende di trasporti, ma sicuramente più efficaci nel soddisfare le esigenze dell’utenza.

ATTIVITA’ PRODUTTIVE
Il piano del commercio dovrà essere rivisto alla luce delle nuove normative soprattutto per il commercio itinerante che dovrà trovare un punto di equilibrio con il commercio stabile.
L’apertura di mercati settimanali nelle varie frazioni ha sicuramente dato la possibilità ai residenti , anche nel periodo invernale, di usufruire di servizi che fino a qualche tempo fa erano reperibili solo in cittadine limitrofe.
L’apertura del Mercato della Terra e del Mare a Procchio con frequenza mensile durante il periodo invernale e settimanale durante il periodo estivo ha dato la possibilità all’utenza di avvicinarsi ai prodotti tipici e genuini del nostro territorio dai prodotti ittici, all’olio, alle verdure nell’ottica della filiera a km zero.
Dovranno essere aiutate e promosse le attività di artigianato tipico locale, già presenti in quantità soddisfacente nel nostro territorio, perché esse rappresentano una produzione di nicchia e di peculiarità del nostro territorio, difficilmente rintracciabile nei territori limitrofi.

PROMOZIONE TURISTICA
Pur facendo parte della gestione associata per il turismo, la nostra amministrazione si è comunque attivata per un proprio calendario di manifestazioni che vadano ad esaltare le specificità dei vari territori.
Nelle celebrazioni del Bicentenario dell’arrivo di Napoleone all’Elba questa amministrazione ha deciso di distinguersi dagli altri comuni elbani con il progetto Napoleone in Love, credendo fermamente che le potenzialità del nostro territorio siano di gran lunga superiori a tutto il resto dell’Elba. Qui Napoleone ha vissuto le sue emozioni più intime, con la madre, la sorella, la Carina e la Walewska. Crediamo che, se ben gestito, così come è nell’intenzione di questa amministrazione, il progetto Napoleone in Love possa essere effettivamente una possibilità imperdibile di rilancio storico-culturale e turistico del nostro territorio.
E’ in via di attivazione il nuovo sito ufficiale del Comune, con l’obiettivo di renderlo più flessibile ed utilizzabile per fini turistici e non solo istituzionali .
E’ in pubblicazione anche il primo numero della brochure di promozione turistica del territorio marcianese, che potrà prevedere la collaborazione attiva di tutte le attività turistiche del territorio comunale.
Verranno inoltre attivate le linee di fibra ottica entro il 2014 che permetteranno una più veloce e sicura connessione ad internet, ormai strumento indispensabile per comunicare .
Dovrà continuare l’attività di mantenimento e ripristino della rete sentieristica del territorio comunale in sinergia con il Parco e le associazioni così come avvenuto in varie occasioni con i progetti Adottiamo un sentiero.
Da potenziare ed ampliare la risorsa offerta dalla Rete delle Scuole Outdoor che già nella frazione di Pomonte ha reso possibile il rifacimento di sentieri storici.

POLITICHE ECONOMICHE
Questa Amministrazione è stata molto attenta a non aumentare le imposte, soprattutto quelle afferenti alla raccolta rifiuti, mantenendo la Tarsu, al posto della Tares che prevedeva sicuramente prelievi molto più consistenti, rispetto alla vecchia imposta già diminuita nel 2009 del 3% per le utenze domestiche e successivamente del 20 % per le strutture ricettive che garantissero un’apertura stagionale pari o superiore ai sei mesi annui.                 



Tag

Assenteisti a Catania: il badge timbrato da ragazzini ripresi in video, 48 indagati

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità