Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:20 METEO:PORTOFERRAIO16°20°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 16 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sale su una piattaforma proibita per scattare un selfie e precipita nel vuoto: morta un’influencer russa

Cronaca giovedì 02 gennaio 2014 ore 11:56

Disposto l'arresto per Matteo Gorini

L'uomo indagato per detenzione di armi illegali e fabbricazione di esplosivi



PORTOFERRAIO — E' stato disposto l'arresto per Matteo Gorini, l'architetto elbano vittima di un'esplosione avvenuta nella sua abitazione nella serata del 30 dicembre scorso. Dopo accurate indagini condotte dal Commissariato di Portoferraio con l'ausilio della Squadra Mobile, la Digos e degli artificieri e della polizia di frontiera, coordinati dal Commissario Santi Allegra, sono state rinvenute all'interno dell'abitazione del 41enne elbano sostanze sia solide che liquide contenute in vasetti, polveri da sparo, vari detonatori, parti di armi in plastica e numerose cartucce, nonché altro materiale debitamente sottoposto a sequestro. Unitamente a questo, nel corso delle indagini, sono stati altresì rinvenuti una mitraglietta modello Skorpio modificata, circa 170 cartucce di vario tipo, circa 220 apparecchi di innesco, un puntatore laser, un adattatore pistola lanciarazzi, 2 caricatori in plastica per pistola, 3 carrelli in plastica per pistola giocattolo e materiale vario per confezionamento di cartucce, nonché sostanze per il confezionamento di esplosivi, tipo ammanitolo, perossido di benzolo, nitrato di ammonio, acetone, magnesio special pyro”, paraformaldeide, etere etilico, anidride acetica, fosforo rosso, glicole etilica, iodio bisublimato. La polizia era intervenuta immediatamente dopo lo scoppio avvenuto intorno alle 20:45 del 30 dicembre. La pattuglia giunta sul posto, insieme al personale del locale Distaccamento della Polizia Stradale, acquisiva notizie da parte di persone presenti, le quali riferivano di aver sentito una forte esplosione proveniente da un appartamento, abitato da un uomo di anni 41 di Portoferraio. L’uomo, vistosamente ferito al volto era stato accompagnato da un amico, presso il locale nosocomio e refertato con una prognosi iniziale di 30 giorni per ferite alle mani ed al volto. Il personale operante, individuato l’appartamento in argomento, e vista l’impossibilità di fare accesso all’interno dell’immobile, richiedeva l’intervento dei Vigili del Fuoco. E proprio nel corso del sopralluogo che è stato rinvenuto il materiale di estrema pericolosità che ha indotto a proseguire le indagini e a disporre l'arresto del 41 enne di Portoferraio dal parte del sostituto procuratore della Repubblica Dott. Giuseppe Rizzo. Ora l'uomo rischia fino a dodici anni di reclusione.  


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Questa mattina i carabinieri hanno posto i sigilli ad una attività di vendita di materiale per edilizia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Imprese & Professioni

Attualità

Sport

Attualità