Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PORTOFERRAIO15°22°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 30 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il raccattapalle corre sul dritto di Sinner e lui perde il punto

Lavoro giovedì 25 aprile 2024 ore 08:00

Meno opportunità di lavoro, più difficile ricerca

Foto di repertorio

Dalla fotografia scattata dall'indagine Excelsior è emersa una situazione particolarmente difficile per le imprese dell'industria e dei servizi



PROVINCIA DI LIVORNO — Sono quasi 5mila le entrate programmate dalle imprese livornesi ad Aprile e più di 15mila per il trimestre Aprile-Giugno. Le opportunità di lavoro risultano tuttavia in calo rispetto agli stessi periodi 2023.

Queste alcune delle tendenze che emergono dall’indagine Excelsior relativa ai fabbisogni occupazionali previsti delle imprese dell’industria e dei servizi con sede in provincia di Livorno con riferimento al trimestre Aprile-Giugno 2024. Il Progetto Excelsior, ricordiamo, è realizzato da Unioncamere, in accordo con l’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) insieme alle Camere di Commercio dei territori, con l’obiettivo di monitorare le previsioni di assunzione delle imprese e rilevare le caratteristiche dei profili professionali richiesti.

Proseguendo nell’analisi, nel 15% dei casi le entrate saranno stabili, ossia con un contratto a tempo indeterminato o di apprendistato, mentre nell’85% saranno a termine (a tempo determinato o altri contratti con durata predefinita). Le opportunità di lavoro si concentreranno per il 90% nel settore dei servizi e per il 76% nelle imprese con meno di 50 dipendenti; interesseranno giovani con meno di 30 anni per una quota pari al 27%. Nel 64% dei casi sarà richiesta dalle imprese esperienza professionale specifica o almeno nello stesso settore di attività.

Continua ad essere elevata e prevalente la richiesta di personale senza un titolo di studio specifico (37% del totale entrate previste) ovvero avente semplicemente esaurito l’obbligo scolastico. Ammontano ad appena il 5% del totale le entrate previste di laureati, mentre il titolo di studio più richiesto resta il diploma (35%), seguito da qualifica/diploma professionale (22%). Nel periodo Gennaio-Aprile 2024 la quota di entrate inerenti laureati e diplomati si sono ridotte a favore di qualifiche/diplomi professionali ed entrate di personale senza titolo specifico.

Tara gli indirizzi di studio più richiesti: la laurea indirizzo economico; il diploma turismo-enogastronomia-ospitalità e amministrazione-finanza-marketing; qualifiche e diplomi professionali indirizzo ristorazione e trasformazione agroalimentare. Elementi che si traducono nella ricerca di: addetti nelle attività di ristorazione; personale non qualificato nei servizi di pulizia; addetti alle vendite; conduttori di veicoli a motore; addetti alla segreteria e agli affari generali.

In 47 casi su 100 le imprese prevedono di avere difficoltà a trovare i profili desiderati, soprattutto a causa della mancanza di candidati disponibili.

I titoli più difficili da reperire sono: lauree ad indirizzo ingegneria industriale; diploma ad indirizzo meccanica, meccatronica ed energia; qualifica/diploma professionale indirizzo impianti termoidraulici. Tra le figure di più difficile reperimento: ingegneri; tecnici della gestione dei processi produttivi di beni e servizi; operai specializzati addetti alle costruzioni e mantenimento di strutture edili; meccanici artigianali, montatori, riparatori, manutentori macchine fisse/mobili; tecnici in campo ingegneristico.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Marcella Merlini, candidata a sindaco di Portoferraio della lista "Bene Comune" spiega le due ragioni per cui non partecipa al confronto sul bilancio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Elezioni

Elezioni

Attualità