Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PORTOFERRAIO25°26°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 27 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Verona, la festa dei sostenitori di Tommasi che cantano «Bella Ciao»

Attualità giovedì 23 giugno 2022 ore 14:00

Tartaruga marina di notte sulla spiaggia di Lacona

Un video documenta l'esemplare di Caretta Caretta. Tre i tentativi di nidificare. Sul posto i volontari di Legambiente per recintare la zona



CAPOLIVERI — La notte scorsa sulla spiaggia sabbiosa di Lacona una tartaruga marina Caretta Caretta ha fatto la sua apparizione.

La tartaruga marina è stata filmata in un video che la ritrae mentre cammina sulla battigia e poi va verso il mare entrando in acqua.

Sul posto sono presenti i volontari di Legambiente Arcipelago Toscano che insieme alla Capitaneria di porto di Portoferraio e ad Arpat dovranno verificare se la tartaruga marina ha nidificato sulla spiaggia, come ci ha spiegato Isa Tonso, che coordina la sorveglianza delle tracce di tartarughe marine sulle spiagge elbane per Legambiente.

Nel frattempo il sindaco di Capoliveri Walter Montagna, sul cui territorio le tartarughe marine hanno già nidificato due volte negli ultimi anni, ha spiegato che "nel caso le tartarughe marine depongano le uova all'interno delle aree degli stabilimenti balneari e delle attività sulle spiagge, agli stessi sarà concesso un ulteriore spazio, dato che l'area deve essere recintata e monitorata".

Da Legambiente Arcipelago Toscano fanno inoltre sapere "L’arrivo delle mamme tartarughe è stato segnalato sia da cittadini che dallo staff dell’InfoPark di Lacona. Le tracce lasciate sulla sabbia dai rettili marini dimostrerebbero che i tentativi di nidificazione sarebbero stati almeno tre, quanti ne siano andati a buon fine lo determineranno gli esperti che dovrebbero intervenire si ul posto. Intanto i volontari del Cigno Verde sono a Lacona per affiancare la Capitaneria di Porto e il Comune di Capoliveri nel mettere in sicurezza i possibili siti di nidificazione e iniziare la sorveglianza".

Isa Tonso, responsabile del progetto Tartarughe marine di Legambiente realizzato in collaborazione con e Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, sottolinea che "E’ molto significativo che le tartarughe marine abbiano scelto un posto simbolico come le dune di Lacona e che lo abbiano fatto a poche ore dalla consegna della bandiera Tartalove al Comune di Capoliveri. E’ anche il segno che quell’Area che è già à Parco Nazionale può e deve diventare una Zona di conservazione speciale dell’Unione europea, per difendere l’ultima vera duna rimasta all’Elba e le tartarughe marine".

Valentina Caffieri
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tartaruga marina sulla spiaggia di Lacona, Capoliveri, di notte
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
È questo il numero dei contagi accertati sull'isola nelle ultime 24 ore in base al bollettino giornaliero regionale della Toscana
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Spettacoli