QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 11°14° 
Domani 10°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 28 febbraio 2020

Attualità venerdì 26 luglio 2019 ore 11:00

Laconella, "Stiamo lavorando per un'area di sosta"

Spiaggia di Laconella

Il sindaco di Capoliveri Andrea Gelsi risponde alla segnalazione sulle multe alle auto in sosta lungo la strada che porta alla spiaggia



CAPOLIVERI — Il Comune di Capoliveri interviene per spiegare la situazione della strada che porta alla spiaggia di Laconella, dove spesso le auto vengono parcheggiate lungo la strada. Il sindaco di Capoliveri, Andrea Gelsi, risponde ad una lettera firmata che una lettrice ci ha inviato.

"Le problematiche segnalate dalla sig.ra  in ordine alle difficoltà di sosta con auto in prossimità della spiaggia di Laconella, sono già state analizzate da questa amministrazione che, però, così come ha il dovere di rendere accessibile a tutti i cittadini i litorali presenti sul proprio territorio, ha ancor di più il dovere di tutelare la sicurezza e la sanità pubblica garantendo che le strade ad uso pubblico siano sempre libere per la normale circolazione e per garantire il regolare svolgimento delle attività di pronto soccorso ed antincendio ai mezzi deputati a tali servizi.

L’intervento di controllo sulle strade del Comune di Capoliveri da parte delle forze dell’ordine a ciò preposte si rende da sempre necessario proprio al fine dunque di tutelare la salute, la sicurezza e la tranquillità pubblica, in tutte quelle circostanze in cui tale tutela viene a mancare a causa di comportamenti scorretti di taluni cittadini nei confronti di altri.

Spesso le auto vengono, infatti, parcheggiate nella zona in prossimità della spiaggia di Laconella in maniera non consona ed oltre a diventare ostacolo alla regolare circolazione, diventano anche causa di disagio per quei cittadini che vivono nella località sopra citata, che trovano difficoltà per entrare ed uscire con i mezzi dalle proprie abitazioni.

Ciò non di meno si comprende la necessità di individuare un’area di sosta che possa, almeno in parte, porre rimedio a questa situazione che si presenta durante il periodo estivo. L’amministrazione comunale è disposta a prendere in considerazione la realizzazione di un’area parcheggio, anche privato ad uso pubblico, affinché si renda disponibile un numero maggiore di posti auto per chi ha desiderio di frequentare questa parte di litorale del nostro comune di indiscutibile bellezza e pregio ambientale".

La signora ci aveva infatti inviato al seguente lettera, riguardante una multa presa per aver parcheggiato lungo la strada che conduce alla spiaggia di Laconella.

"Vivo all’isola d’Elba da più di un quarto di secolo, ormai sono elbana di adozione.Lavoro tutta la settimana tutto l’anno e ho solo la domenica libera. Amo nuotare, amo il sole, non son più una ragazza e la domenica cerco una spiaggia o degli scogli un po’fuori dal caos. Domenica ho scelto di andare a vedere la spiaggia di Laconella, non ero mai andata. Spiaggia molto carina, poca gente, bel mare. Non offre che il mare, un po’ selvatica, niente baretti o ombrelloni se non di privati.  Perfetto. Un po’ di strada a piedi per raggiungerla. 

Passate circa 3 ore torno alla macchina e trovo la multa per divieto di sosta. Vero è che vedo solo allora il cartello di divieto e i cartelli sparsi qua e là. Ci saranno state al massimo 25 auto su quella strada piccola e nel nulla. Tante di più non ci starebbero. Ho poi guardato, i posti 'leciti' saranno 5 o 6 a seconda delle dimensioni delle auto parcheggiate, ma sullastessa strada senza particolari differenze di stato e luogo, qui sì, lì no, lì si e poi no no e no. Avevo parcheggiato una pandina, bene, non usciva neanche una ruota sulla carreggiata o meglio sull’asfalto perché non ci sono strisce bianche. Mi chiedo, chi può andare su quella spiaggia in quel bel mare? E’ riservata per il camping Laconella? Esiste un marebus per raggiungerla? Non credo, è come una strada chiusa al mare fingendo che sia aperta. Non ci tornerò purtroppo, con dispiacere, ma solo in auto si raggiunge non ci sono centri abitati intorno,dunque è permesso solo a 5-6 famiglie, ai campeggiatori e alle poche case intorno, dunque privata. Mi piacerebbe sapere quale è il motivo che spinge il Comune di Capoliveri a rendere non accessibile quel bel mare, soprattutto di domenica, più onesto sarebbe mettere una sbarra".



Tag

Coronavirus, Severgnini: «Io invitato in Rai, non mi hanno fatto entrare perché sono di Crema»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità