Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:29 METEO:PORTOFERRAIO16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 25 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La prima luna piena di aprile è la luna rosa: le immagini suggestive

Attualità martedì 21 febbraio 2017 ore 11:53

Legambiente su Pareti: "La politica dov'era?"

Complimenti alla Capitaneria di Porto per aver individuato gli abusivi di Pareti: "Ma le amministrazioni pubbliche non difendono il territorio"



CAPOLIVERI — Legambiente si complimenta con la Capitaneria di Porto di Portoferraio per la brillante operazione che ha portato all’individuazione dell’irregolare realizzazione di alcune opere eseguite sul pubblico demanio marittimo in violazione sia al codice della navigazione che a quello penale per i presunti reati di occupazione abusiva di demanio marittimo ed invasione di terreni e a violazioni al codice dell’ambiente.

La segnalazione era stata fatta nelle scorse settimane al sindaco di Capoliveri, Soprintendenza e forze dell’ordine da parte di Legambiente Arcipelago Toscano dopo che Legambiente Toscana aveva ricevuto una segnalazione nella quale si leggeva: "La presente per denunciare lo sbancamento di un tratto di costa adiacente alla spiaggia di Pareti nel Comune di Capoliveri (Isola d'Elba) con successiva cementificazione con gradini e fondamenta come si vede bene dalle foto allegate scattate dal mare. 

Simile abuso ha rovinato irrimediabilmente la costa di Pareti e credo che non sia stato autorizzato in alcun modo visto che il lavoro è stato fatto sbancando dall'interno in modo da non essere immediatamente visibile dal mare. Sono state poste anche delle reti per cercare di contenere la caduta massi".

Come segnalava Legambiente Arcipelago Toscano: "L'intervento sembra essere stato realizzato sulla scogliera che divide la spiaggia di Pareti da quella di Morcone, sul lato sinistro spalle al mare. Prima di questo intervento l'area appariva coperta da fitta macchia mediterranea e con la scogliera quasi chiusa, solo con un piccolo e ripido sentiero verso il mare. 

Già da tempo nella parte più bassa era stata posizionata una casetta di legno, sembrerebbe per contenere sdraio e ombrelloni, apparentemente senza nessuna platea in cemento. Appare evidente come la scogliera sia stata demolita, dopo il taglio della vegetazione, e siano state realizzate opere altamente impattanti sulla costa e fino al mare, creando di fatto anche una piattaforma/spiaggia artificiale".

Il puntuale intervento della Capitaneria di Porto di Portoferraio chiarisce quanto era successo e sanziona l’ennesimo abuso sulla costa elbana, ma ancora una volta: "Emerge la latitanza della politica e dell’amministrazione pubblica elbana nella difesa del bene comune, del territorio e delle sue bellezze". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono sette le ragazze che hanno superato la prima preselezione del concorso che si è svolta a Porto Azzurro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Lavoro

Attualità