Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:02 METEO:PORTOFERRAIO23°24°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 26 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
A Bamiyan, nel sito dei Buddha distrutto 20 anni fa dai talebani dove oggi sono sparite anche le donne

Attualità domenica 21 agosto 2016 ore 15:42

Panfilo ancorato vicino alla spiaggia di Pianosa

​Pianosa, nuova violazione del limite di avvicinamento alle coste: un panfilo ancorato nel golfo della Botte in piena zona a protezione integrale



CAMPO NELL'ELBA — Dopo l’imbarcazione segnalata ieri a al Grottone, dopo il peschereccio che pescava probabilmente entro il limite dell’area protetta, dopo la sfilza di ingressi abusivi di yacht multati e di reti e palamiti sequestrati dalla Capitaneria di Porto a Pianosa, oggi i visitatori di Pianosa si sono trovati di fronte a un nuovo clamoroso abuso: un panfilo tranquillamente ancorato nel Golfo della Botte, in piena area di protezione integrale del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

"Ci risulta che sia stata avvisata la Capitaneria e il Corpo forestale dello Stato - commentano da Legambiente - è chiaro che, dopo queste continue e giornaliere violazioni delle leggi e dei regolamenti, qualcosa vada rivisto nella protezione delle acque di Pianosa dai bracconieri e dai pirati del mare che, pur conoscendo bene quali siano i vincoli intorno a un’Isola il cui mare era protetto anche prima del Parco, continuano a violarlo contando sull’impunità e sulla carenza di una sorveglianza a mare continua e puntuale.

E’ chiaro che le telecamere del Parco non bastano per evitare queste violazioni, serve un’opera preventiva e serve che lo Stato Italiano, che ha istituito un Parco Nazionale e ha istituito con un Decreto Ministeriale la zona integrale protetta intorno a Pianosa, faccia rispettare le sue normative e la Zona di protezione speciale e la Zona speciale di conservazione dell’Unione europea a mare e a terra di Pianosa, dando al Parco, alla Capitaneria e alle altre forze dell’ordine mezzi e risorse per proteggere costantemente l’area protetta marina di Pianosa dai furbetti degli yacht e dai bracconieri del mare". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'azienda fa sapere che ha pubblicato un avviso di selezione per stilare 4 graduatorie di profili professionali richiesti. Ecco i termini
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità