Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:30 METEO:PORTOFERRAIO15°16°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 06 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Nel bunker segreto dei droni: così gli ucraini li armano e li adattano per la guerra

Elezioni 2020 martedì 25 agosto 2020 ore 15:54

Landi: "Dissalatore, progetto scellerato"

Marco Landi
Marco Landi, candidato consigliere regionale Lega

Marco Landi, candidato consigliere regionale della Lega, chiede che la Regione ascolti il territorio per evitare un disastro ambientale



CAPOLIVERI — "L’isola d’Elba è ben lontana dall’autonomia idrica ma rischia addirittura di diventare una bomba ambientale ad orologeria. Questo a causa delle scelte sbagliate di una Regione Toscana tanto distante quanto sorda ad ogni richiesta proveniente dai territori. L'ultima in ordine di tempo si chiama dissalatore: infatti, nonostante fior di letteratura in materia, Firenze vuol portare avanti un progetto che la comunità locale combatte strenuamente". 

Lo dichiara Marco Landi, coordinatore Lega-Salvini Premier Elba e candidato consigliere regionale.

"Anche l'Istituto per l'acqua, l'ambiente e la salute dell'università delle Nazioni Unite ha lanciato l’allarme su questo tipo di impianti poiché per ogni litro prodotto si genera un litro e mezzo di acqua ipersalata, contenente sostanze chimiche tossiche. -- prosegue Landi - Il progetto del dissalatore è uno degli esempi dell’incapacità storica della regione Toscana di ascoltare questa isola e di rispettare i suoi cittadini. Nonostante i manifesti ambientalisti anche autorevoli, si continua infatti a calpestare l'integrità ambientale che rappresenta un valore assoluto oltre che l'unica fonte di economia dell'isola. Occorre tutelare la nostra ricchezza più grande: il nostro ecosistema". 

"Per questo - conclude Landi - si rende necessario, fin da subito, ripensare l'intero sistema di approvvigionamento idrico e capire se, ricorrendo ad interventi mirati ed efficaci, si possano sanare perdite e limitare gli sprechi, realizzando, ad esempio, invasi ben progettati. È necessario che tutti siano coesi per evitare questo ennesimo schiaffo all'Isola d'Elba e per porre così fine ad una gestione a dir poco scandalosa di questo territorio. Non si può non fare un passo indietro e rivalutare se necessario l'ubicazione, le migliori tecnologie e l'eventuale trattamento della salamoia. Noi difendiamo la nostra isola perché è solo così che si tesaurizza il nostro futuro. Oggi."


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Puntuale, come ogni domenica, il cinghiale scende in parse per cercare cibo e così placare la sua fame
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità