Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:32 METEO:PORTOFERRAIO13°17°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Senza figli l'Italia è destinata a scomparire, aiutare le coppie prioritario»

Politica venerdì 02 aprile 2021 ore 16:30

Diga frangiflutti di Mola, "opera importante"

Il rendering della diga frangiflutti di Mola

Ruggero Barbetti, ex sindaco di Capoliveri, soddisfatto per la sentenza del Tar che sblocca l'opera e ripercorre la vicenda iniziata nel 2012



CAPOLIVERI — "Un sogno che si avvera: la diga di Mola un’opera fondamentale per Capoliveri e i capoliveresi. Mi auguro che l’attuale amministrazione sia all’altezza di favorirne la realizzazione in tempi brevi e che anche il Gruppo consiliare Capoliveri Bene Comune faccia la sua parte". 

Questo il commento di Ruggero Barbetti, ex sindaco ed ex vicesindaco di Capoliveri a proposito della recente sentenza del Tar che sblocca l'iter per la realizzazione dell'opera.

"A fine 2012, spiega Barbetti  il Cantiere Navale di Mola, supportato dal Comune di Capoliveri, provò ad ottenere l'autorizzazione per realizzare un pennello a protezione dell'attività del cantiere e per attenuare l'erosione costiera della Baia di Mola. Dopo tanti progetti e adeguamenti tecnici che di volta in volta venivano richiesti dalla Provincia, nonostante il parere positivo, anche se talvolta con prescrizioni, espresso da tutti i soggetti interessati (una decina, dal Parco alle Soprintendenze), a Marzo del 2014 il progetto ebbe il parere negativo, da parte di un allora funzionario della Provincia di Livorno. Il diniego, contro ogni logica e contro l’evidenza dei fatti, fu incredibilmente basato sul principio della precauzione e sul principio della prevenzione". 

"Quando la politica è debole, - commenta Barbetti - è risaputo che comandano i funzionari e nel nostro caso non ci fu la volontà di approvare un progetto utile per il territorio e le reali motivazioni sono a me del tutto sconosciute. Contro quella decisione della Provincia, il Cantiere Golfo di Mola, nel 2014, fece ricorso al Tar e il Comune di Capoliveri intervenne ad adiuvandum".

"Oggi giustizia è stata fatta: - aggiunge Barbetti -  il Tar Toscana ha dichiarato fondato e ha accolto il ricorso del Cantiere di Mola e del Comune specificando che 'le Amministrazioni coinvolte e, in particolare, l’Ente Parco nazionale Arcipelago toscano e l’Arpat hanno espresso parere non negativo, ma favorevole con il rispetto di determinate condizioni. Il provvedimento finale tuttavia non dà atto di tale circostanza; contiene le opportune controdeduzioni alle osservazioni presentate dalla ricorrente ma non dà atto delle ragioni per le quali disattende le valutazioni espresse dalle suddette Amministrazioni le quali, pur con specifiche condizioni, hanno espresso parere favorevole alla realizzazione dell’opera'". 

"La realizzazione della diga frangiflutti - sottolinea Barbetti - è fondamentale per la messa in sicurezza dai venti del quadrante nord-est, non solo per il Cantiere navale ma anche e soprattutto per il campo boe del Club Nautico di Capoliveri e quindi per tutti i capoliveresi. Mi auguro solo che l’attuale amministrazione sia all’altezza di favorirne la realizzazione in tempi brevi e, considerata l’importanza dell’opera per il tessuto socio-economico del paese e per tutti i capoliveresi, sono sicuro che anche il Gruppo consiliare Capoliveri Bene Comune farà la sua parte".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si tratta della Celleriite, nuova scoperta mondiale, che prende il nome da Luigi Celleri a cui è intitolato il museo mineralogico Mum di San Piero
Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità