Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:50 METEO:PORTOFERRAIO10°12°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 23 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video dell'alligatore catturato mentre vagava sulle piste dell'aviazione militare in Florida

Attualità sabato 04 agosto 2018 ore 17:15

Ministero, 50mila euro per controlli in spiaggia

immagini di repertorio

Arrivati  al Comune di Capoliveri i fondi per il contrasto all’abusivismo commerciale sugli arenili. Telecamere a Lido, Lacona e Naregno



CAPOLIVERI — Un’importante azione volta alla prevenzione e al contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione è quella che parte in questa stagione turistica 2018 nel territorio del Comune di Capoliveri grazie all’operazione “Spiagge sicure – Estate 2018” promossa dal Ministero dell’interno con la circolare 13301/110 del 10 luglio scorso.

Il Comune di Capoliveri, grazie al progetto presentato il 18 luglio scorso, calibrato sulle esigenze della propria area di competenza, ha ottenuto dal Ministero dell’Interno un contributo finanziario di 50.000 euro da utilizzare nella prevenzione e nel contrasto all’abusivismo commerciale e alla contraffazione sul proprio territorio costiero.

Il progetto coinvolge Comune di Capoliveri, Polizia locale, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Capitaneria di Porto ed è frutto di una scelta strategica che mira ad intervenire in maniera concreta sugli arenili comunali. Previsti: un incremento dei pattugliamenti giornalieri sulle spiagge con impiego di agenti di Polizia Municipale, un controllo capillare del territorio con azioni specifiche e straordinarie da esercitare per tutta la stagione turistica 2018, la installazione di nove telecamere nelle tre principali spiagge comunali per ampiezza e frequentazione – Lido, Lacona, Naregno - la predisposizione di venti pannelli informativi all’ingresso degli stabilimenti balneari.

Tutti gli interventi dell’operazione “Spiagge Sicure” sono finanziati grazie al Fondo Giustizia, ovvero con somme derivanti dai conti sequestrati alle mafie.

In tutta Italia sono stati solo 54 i comuni ammessi al contributo: 15 al Nord, 16 al sud, 23 nel centro. Di questi nella provincia di Livorno sono stati ammessi solo Capoliveri, Bibbona e San Vincenzo.

Le proposte progettuali erano state presentate alle Prefetture di riferimento e approvate dai rispettivi Comitati Provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Un’azione che crediamo possa dare ottimi risultati – commenta il sindaco di Capoliveri Ruggero BarbettiUn intervento straordinario che rafforza un percorso già avviato nel passato, di controllo e repressione dell’abusivismo commerciale in molti casi legato ad organizzazioni criminali che smerciano in maniera illegale su tutto il territorio nazionale. Doveroso intervenire e farlo con queste nuove risorse”. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Controlli intensificati da parte dei carabinieri per garantire la sicurezza sulle strade elbane. Ecco il report
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica