Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:20 METEO:PORTOFERRAIO12°15°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 17 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sale su una piattaforma proibita per scattare un selfie e precipita nel vuoto: morta un’influencer russa

Attualità giovedì 26 ottobre 2017 ore 15:00

Canile, perchè comuni non firmano la convenzione?

L'appello di Animal Project ai sindaci dei comuni elbani: "Li invitiamo a spiegare pubblicamente cosa blocca la firma del'atto"



CAPOLIVERI — Canile, perchè i sindaci dei comuni dell'isola d'Elba non firmano la convenzione predisposta dal comune di Capoliveri, che ne dovrà ospitare la strutura sul proprio territorio? A chiederselo è l'associazione Animal Project.

"Con estrema preoccupazione  - si legge in una nota dell'associazione - apprendiamo dal comunicato stampa del Dott. Ruggero Barbetti, Sindaco del Comune di Capoliveri, individuato quale capofila della gestione associata per il canile comprensoriale, che l’iter è al momento interrotto a causa della mancata risposta sulla bozza di convenzione da parte delle altre amministrazioni comunali. Dunque, nonostante da quasi quattro anni la Fondazione Bastet Stiftung abbia messo a disposizione la “modica cifra” di 600.000 euro per finanziare la costruzione del canile, nonostante il Comune di Capoliveri abbia effettuato tutti i passaggi politici, tecnici ed amministrativi che gli spettavano, nonostante diverse riunioni in Prefettura per discutere della realizzazione del canile e della reperibilità veterinaria, ancora oggi dobbiamo constatare che gli altri 7 Comuni dell’Isola d’Elba non sono interessati all’argomento? Ci sembra davvero paradossale e vergognoso! Chiediamo ai Sindaci Ferrari, Montauti, Papi, Bulgaresi, Allori, Galli, e al Commissario Parascandola, di spiegare pubblicamente quali siano gli eventuali motivi ostativi che bloccano la firma della Convenzione per la Gestione Associata per la realizzazione e gestione del canile/gattile comprensoriale e per l’attivazione di un servizio di pronto soccorso veterinario h24. Non vogliamo, infatti, credere che siano totalmente disinteressati alla questione, o addirittura così strafottenti da lasciar sfumare nel nulla un finanziamento che consentirebbe di rispettare la legge a costo zero per i bilanci comunali. Ormai da anni l’Isola d’Elba è totalmente inadempiente rispetto ad ogni normativa sulla tutela degli animali, sebbene la maggior parte dei cittadini chieda fermamente la realizzazione del canile e l’attuazione dei servizi connessi che devono essere garantiti per legge e non sulla base di scelte discrezionali rimesse alla eventuale sensibilità o magnanimità degli amministratori pubblici. Non possiamo più aspettare".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A ricostruire la vicenda è il sindacato di polizia penitenziaria Sappe che torna a chiedere più mezzi e personale in servizio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Imprese & Professioni

Attualità

Sport

Attualità