Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:21 METEO:PORTOFERRAIO20°21°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
martedì 28 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Federico Rampini e la nuova Arabia Saudita: possiamo fidarci di bin Salman?

Attualità lunedì 19 febbraio 2018 ore 00:38

Cani liberi, la denuncia di Animal Project

immagini di repertorio

L'associazione: "Troppi cani di proprietà liberi di girovagare indisturbati in ogni comune elbano. Le autorità dovrebbero essere più incisive"



CAPOLIVERI — L'associazione Animal Project Onlus, in seguito alla recente aggressione da parte di due cani di grossa taglia al gattile di Capoliveri, oltre ad esprimere la propria solidarietà ai volontari della NetAP, associazione estera che tanto si impegna sulla nostra isola, ed in particolare nel comune di Capoliveri, intende porre una riflessione a tutte le amministrazioni e ai cittadini stessi.

"Infatti - dice un comunicato dell'associazione -  sono ormai innumerevoli gli episodi che riguardano cani di proprietà liberi di girovagare indisturbati in ogni comune elbano.

Tutti conoscono la storia dell'ormai “famoso” branco di cani a Portoferraio che ha ucciso in vari anni gatti, galline, addirittura un cagnolino, oltre che assalito persone; sempre a Portoferraio da vari mesi due cani di razza American Staffordshire Terrier sono soliti girare liberi in località Albereto, impedendo alle persone di frequentare liberamente con i propri cani l'area destinata proprio al loro sgambamento; un altro Pitbull assieme ad un cagnolino meticcio seminano terrore presso una colonia felina sempre in loc. Albereto; ancora, tutti conoscono il Pinscher con collarino verde, sempre per strada in zona Carpani; a Marina di Campo, ultimamente, vengono rinvenuti molto spesso due maremmani, e così via.

In genere, gli appelli di ritrovamento riguardano sempre i soliti animali in ogni comune, e questo lascia veramente basiti sia i cittadini che effettuano le segnalazioni (rivolgendosi ai volontari e ai Vigili urbani), sia le associazioni stesse che cercano di fare il possibile, segnalando alle autorità per evitare che si ripetano tali episodi.

Ogni proprietario di animali ha l'obbligo di detenerli nel rispetto delle caratteristiche etologiche e dell’indole, ma deve anche adottare tutte le misure necessarie a prevenire danni o lesioni a persone, altri animali o cose. Pertanto, invitiamo le persone che individuano cani vaganti a segnalare sempre al Comando dei Vigili Urbani del comune del ritrovamento.

Le autorità però, a nostro avviso - dice ancora Animal Project Onlus  Isola d'Elba -  dovrebbero essere più incisive nel reprimere tali episodi, ormai davvero diffusi e troppo spesso tollerati, individuando i proprietari e applicando le sanzioni previste in materia, fino a provvedere al sequestro nel caso in cui sia acclarato che i medesimi non sono in grado di detenerli secondo le regole.

I volontari di Animal Project  - conclude il comunicato dell'associazione - si rendono disponibili a collaborare con le amministrazioni per contrastare il problema".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un’opportunità strategica per monitorare l’ecosistema marino nel corso della realizzazione dei grandi collegamenti sottomarini
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità