Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PORTOFERRAIO24°28°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 01 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Contratto Maldini e Massara con il Milan: «All'ultimo abbiamo rinnovato, sono molto felice»

Politica mercoledì 11 marzo 2020 ore 11:00

Barbetti: "Dubbi su misure nazionali e regionali"

Ruggero Barbetti

Il vicesindaco di Capoliveri avanza dubbi di interpretazione e conflitti fra le recenti disposizioni di Governo e Regione per l'emergenza coronavirus



CAPOLIVERI — Ruggero Barbetti, vicesindaco di Capoliveri, interviene per spiegare che ci sono dei punti di controversa interpretazione e di conflitto fra l'ordinanza del presidente del Consiglio dei ministri del 9 Marzo e l'ordinanza della Regione Toscana emanata ieri, 10 Marzo.

"Ci sono almeno alcune domande ancora senza risposta - dichiara Barbetti - nelle ordinanze del Presidente del Consiglio e del Presidente della Regione Toscana che esemplifico qui di seguito:

a) Una persona che abita in Lombardia (o in una "zona ex rossa") e ha una seconda casa all'Elba ed è arrivato sull'Isola negli ultimi 14 giorni o ci arriva oggi (possibilità ammessa: "raggiungere la propria abitazione, o domicilio, o residenza" ) che trattamento deve essere obbligato a rispettare?

b) E se invece proviene per esempio da Roma o da un'altra parte d'Italia che non era "Zona Rossa" che trattamento deve essere obbligato a rispettare?

Mi sono dato tre possibili risposte, una diversa dall'altra ma dalle Ordinanze non si capisce quale sia quella giusta e tutto rimane sospeso nel vago lasciando le Amministrazioni comunali nel caos più completo e senza la possibilità di incidere come invece vorrebbero e potrebbero".

"Ecco le tre opzioni, - spiega Barbetti - una in contrasto con l'altra:

1) Può rimanere tranquillamente all'Elba e comportarsi come un elbano (secondo l'interpretazione dell'Ordinanza di Conte che ha esteso la zona rossa a tutta Italia)

2) Deve ritornare nella città di provenienza (secondo ordinanza di Rossi). L'ordinanza, però, non prevede il soggetto attuatore dell'Obbligo di mandarlo a casa, sempre che ci sia l'obbligo e non sia un esortazione...

3) Deve essere sottoposto a isolamento fiduciario volontario prima di intraprendere ogni successiva azione, così come direbbe la logica ma che a mio parere non dicono ambedue le ordinanze di Conte e di Rossi?"

"Alle prossime ordinanze avremo forse la soluzione ad errori che oramai da almeno due mesi incidono sulla vita delle persone. - conclude Barbetti - Purtroppo l'Italia è un paese che ha parcellizzato la gestione della democrazia e dove tutti comandano ma nessuno decide. E le poche volte che laddove qualcuno possa decidere, spesso sbaglia".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo è caduto in una zona impervia e non raggiungibile con i mezzi di soccorso via terra perciò è stato attivato l'elisoccorso
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Cronaca