comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 15°26° 
Domani 14°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 01 giugno 2020
corriere tv
Fase 2, Zaia: «Grecia? Sappiano che dal Veneto non ci vedono più»

Attualità sabato 28 novembre 2015 ore 10:21

Va avanti il progetto della "nursery" dei pesci

La conferenza dei servizi ha approvato il progetto "Vivere il mare" per creare una barriera dove far riprodurre le specie ittiche nel golfo di Campo



CAMPO NELL'ELBA — Il progetto "Vivere il mare" ha l'ok definitivo della conferenza dei servizi e si avvicina di un passo alla sua realizzazione. Stiamo parlando della grande barriera artificiale sommersa che il Comune di Campo nell'Elba ha deciso di installare a 150 metri dalla riva per creare un ambiente adatto alla riproduzione ittica e al ripopolamento della baia secondo uno studio del professor Guido Beltrami e dal professor Paolo Berni dell'università di Pisa.

Proprio Berni e il dipartimento di biologia marina dell'ateneo pisano saranno poi alla guida del team di ricercatori che documenteranno quello che si appresta a essere la prima "nursery" per pesci di tutta la Toscana.

La barriera, lunga 200 metri e composta da 36 piastre alte 1.70 metri di cemento poroso secondo un brevetto Tecnoreef saranno posizionate a 3 metri di profondità in punti specifici dove, intercettando le correnti, creeranno un ambiente favorevole allo sviluppo e alla riproduzione dei pesci. 

Vivere il mare, finanziato con fondi della Comunità europea veicolati dalla Regione per un importo di oltre 430mila euro, era già stato annunciato a ottobre e da allora aveva impegnato gli uffici del demanio marittimo di Campo che adesso possono annunciare un concreto passo in avanti dopo aver esaurito la trafila burocratica. Il progetto definitivo ha avuto, lo scorso 26 novembre, il via libera da Provincia e Capitaneria di Porto e, acquisendo le osservazioni presentate, potrà essere steso il progetto esecutivo che sarà l'ultimo passo per la cantierabilità del'opera che vedrà la luce prima dell'estate 2017.

Grande soddisfazione la esprime l'assessore al demanio marittimo Eleonora Scotto di Santolo: "Siamo i primi in Toscana a realizzare un'opera del genere e ne siamo molto contenti. E' un'opera importante a livello ambientale che potrà ripopolare il nostro mare di nuove specie ittiche dando una grande ricchezza alla fauna marina. Ma avrà anche delle ricadute economiche e turistiche importanti".

"Il ripopolamento del mare - spiega infatti Scotto Di Santolo - e la vicinanza della barriera alla spiaggia permetterà di creare un'attrazione unica per gli amanti dello snorkeling e sarà una grande risorsa per i diving di tutta l'Elba e siamo certi che avrà un grande impatto sul turismo dedicato a queste attività".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata



Tag
 
Orario voli Silver Air Orari traghetti Elba Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità