Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:45 METEO:PORTOFERRAIO18°20°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 22 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il deputato inglese ritorna in Aula dopo l'amputazione di braccia e gambe: i colleghi gli dedicano una standing ovation

Cronaca martedì 15 settembre 2020 ore 17:46

Il Tribunale dà ragione allo stabilimento balneare

Ombrellone e lettini
Foto di repertorio

Dissequestrata l'area demaniale in concessione allo stabilimento balneare di Campo. La soddisfazione dell'Ufficio Legale di Federbalneari



CAMPO NELL'ELBA — "La sezione penale del Tribunale di Livorno ha accolto le ragioni di Federbalneari in merito allo stabilimento di Campo nell’Elba ed ha provveduto al dissequestro dell’area, sconfessando palesemente le tesi dell’Agenzia del Demanio di Livorno".

Lo rende noto Federbalneari che spiega inoltre che "Il Tribunale, con un provvedimento emesso ieri, ha rigettato le tesi del Gip e non convalidando il sequestro, perché 'non vi è stata nessuna innovazione abusiva da parte del concessionario' bensì l’area in questione era già destinata alla somministrazione di bevande, così come sostenuto dalle memorie presentate dall’Ufficio Legale di Federbalneari in sede di udienza".

La vicenda che ha interessato uno stabilimento balneare nel Comune di Campo nell'Elba risale allo scorso agosto quando la Guardia costiera di Portoferraio ha effettuato un’attività di sequestro, che la stessa associazione Federbalneari aveva definito "incomprensibile e confusa".

In quel contesto come spiega Federbalneari "furono confiscati pochi oggetti tra ombrelloni, frigo, vetrine, tavoli e sedie oltre a 10 metri di arenile peraltro già in concessione che, nel verbale redatto dalla Guardia Costiera, venivano definite testualmente 'cose mobili e cose difficilmente trasportabili'". 

"La questione - spiegano da Federbalneari - era stata mal posta sin da principio dall’Agenzia del Demanio di Livorno che sosteneva, tra le altre cose, la decadenza della concessione, mettendo a repentaglio la storica attività. Federbalneari decise di intervenire immediatamente con il proprio ufficio legale, rappresentato dall’avvocato Cellamare, in difesa del concessionario elbano poiché ritenne ci fossero dei lati oscuri su cui era necessario far luce. Con il provvedimento di dissequestro di ieri il Tribunale di Livorno ha dato quindi ragione a Federbalneari evidenziando che, quella in questione, è una regolare area scoperta in concessione sulla quale vi è la possibilità di sedersi ed effettuare consumazioni".

“Siamo soddisfatti per l’esito di questa assurda vicenda ma faremo ulteriori verifiche per comprendere se si è trattato di un fraintendimento oppure si è trattato di dolo considerando che, nei giorni di sequestro, il concessionario ha comunque subito un danno economico e di immagine”, spiegano dall’Ufficio Legale di Federbalneari.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Persona conosciuta anche in tutta l'isola aveva un legale particolare col paese di Marciana Marina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Elezioni

Attualità