Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:15 METEO:PORTOFERRAIO23°28°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
mercoledì 23 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Nicola Tanturli, il momento in cui il bimbo viene portato in salvo dai carabinieri

Cultura martedì 16 agosto 2016 ore 15:50

Riaperta la chiesa di San Rocco

​Riaperta al culto la chiesetta restaurata di San Rocco a San Piero in Campo. La Santa Messa è stata officiata dal parroco Don Mauro Renzi



CAMPO NELL'ELBA — Edificato nel 1631 (sul portale in granito è riportato A.D. MDCXXXI) dagli spagnoli che avevano assunto il controllo dell’isola, eccetto Cosmopoli a partire dal 1600. In quel tempo esistevano edifici al di fuori della cinta medioevale che racchiudeva il paese di San Piero, fatta eccezione per la Pieve del XII°secolo dedicata ai SS Pietro e Paolo.

San Rocco è il santo più invocato, dal Medioevo in poi, come protettore dal terribile flagello della peste insieme a San Sebastiano. Non è escluso che la costruzione dell’oratorio sia avvenuta a seguito di tre pestilenze che tra il 1451 ed il 1592 avevano fatto all’Elba strage di popolazione, inoltre nel 1630 c’era stata la peste di Milano di manzoniana memoria.

Nel quadro presente al centro dell’abside della piccola chiesa sono raffigurati San Rocco e San Sebastiano. La facciata dell’oratorio ad una sola navata è abbellita da due finestrelle strette monofore e da un bel portale in granito, una cornice rifinisce il profilo del tetto che culmina con una croce in ferro. 

Sullo spiovente di sinistra è un campanile a vela provvisto di campanella. All’interno erano state installate lapidi marmoree commemorative provenienti dal muro di cinta del cimitero in occasione di lavori di ampliamento del l’anno1900. 

Durante i lavori di manutenzione dell’edificio dell’anno 1989 le lapidi sono state rimosse e depositate in un angolo del cimitero, ma in seguito dell’interessamento della Sprintendnza per le Arti ed il il paesaggio per le Province di Pisa e Livorno, sono state ricollocate nella sede originaria. L’intervento di ripristino è stato curato dal Circolo Culturale Le Macinelle.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
"Sequenza numerica utilizzata come simbolo di odio verso le forze dell’ordine". Individuati grazie alla videosorveglianza gli autori del gesto.
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Imprese & Professioni