Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PORTOFERRAIO25°26°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 01 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Nespoli: «Io come la mia Inter, poche vittorie ma di gran cuore»

Sport lunedì 19 aprile 2021 ore 14:25

Mtb, prima gara nazionale nelle Terre del Granito

L'evento sportivo inaugurale del Bike Park dell'Elba ovest si aprirà con 400 atleti fra cui il pilota mondiale di motociclismo Marco Melandri



CAMPO NELL'ELBA — Il 25 Aprile 400 atleti inaugureranno il nuovo circuito dedicato agli amanti della mountain bike, prima gara nazionale “enduro” nel Bike park della Terra del Granito.

Lo tende noto l'amministrazione comunale di Campo nell'Elba, spiegando che in quella sarà inaugurato il nuovo Bike Park delle Terre del Granito, una rete di percorsi per appassionati a ridosso del Capanne, nella zona delle Piane al Canale, tra le montagne e il mare, uno degli itinerari elbani più suggestivi per gli appassionati di mountain bike.

Un battesimo che vedrà quasi quattrocento atleti ai nastri di partenza con un concorrente d’eccezione, il pilota mondiale di motociclismo Marco Melandri. 

“Questo è un progetto che è stato realizzato grazie alla passione e al lavoro dei ragazzi dell’associazione Elba Ovest. – ha detto il sindaco di Campo nell'Elba Davide Montauti - Questa Amministrazione ha contribuito e sostenuto l’iniziativa di questi volontari che hanno realizzato questo bike park e, con questa gara nazionale, hanno centrato un obiettivo importante. Sono certo che saranno sempre più numerosi quelli che sceglieranno di conoscere l’Elba anche attraverso iniziative di sport e natura”.

La gara sarà spettacolare perché la specialità scelta dagli atleti è quella della mountain bike enduro. Si tratta di un vero e proprio rally a due ruote con prove speciali tra panorami mozzafiato con vista mare e immersioni nel bosco. Una gara “compatta” dicono gli organizzatori, fisicamente impegnativa con prove speciali molto vicine e in successione. 

“Gli atleti dovranno affrontare 22 chilometri di sentieri tra coti di granito e macchia mediterranea – spiega Alessandro Galli, presidente dell’Associazione Elba Ovest – per 1.100 metri di dislivello. La gara è strutturata come un rally con prove speciali, riordino e trasferimenti”. 

Le prove saranno molto tecniche e il percorso seguirà la rete dei sentieri che attraversano le zone del granito, a ridosso del Monte Perone, sopra i borghi di San Piero e Sant’Ilario. 

“E’ un rally vero e proprio con 4 prove speciali. La prima gara sarà quella più difficile e panoramica. – spiega Alessandro Galli - Partirà da Massa alla Quata e arriverà alle Piane al Canale passando dalle Macinelle. La seconda sarà quella di “Sassi Ritti” e partirà dalle Piane al Canale, toccherà il mulino di Moncione e arriverà alle Cave di Granito di San Piero. Abbiamo organizzato il riordino a Facciatoia, a San Piero, dove abbiamo previsto arrivo e partenza della gara”. 

Le altre due prove porteranno gli atleti tra i boschi e le colonne di granito romane con vista sul mare. La terza prova partirà dal Castagnone per arrivare alla Chiesa di San Giovanni e terminare alle Cave di San Piero. L’ultima vedrà protagonista, alla partenza, il mulino di Moncione. Gli atleti affronteranno il percorso delle “colonne romane” per arrivare alla fine della prova prevista 300 metri sopra Cavoli. Ci sarà anche la sorpresa del “blind” che gli organizzatori sveleranno solo la mattina della prova.

“L’Amministrazione comunale ha affidato alla società ciclistica Elba Ovest la realizzazione del Bike Park dopo averne approvato il progetto e deliberato il contributo e siamo veramente orgogliosi di questo risultato. Speriamo davvero che questa gara apra ad una stagione che segna il ritorno alla normalità – spiega l’assessora Chiara Paolini -. Purtroppo, vista la normativa anti-Covid, non ci sarà il pubblico ad assistere alla manifestazione. Questi ragazzi hanno lavorato in questi tempi segnati dalla pandemia, nonostante le difficoltà. Vogliamo coinvolgere anche altre associazioni sollecitandole a presentare progetti di recupero e fruizione di tutta la rete sentieristica”. 

Nei progetti futuri l'amministrazione campese spiega inoltre che non ci sono solo le bike ma tutte quelle attività outdoor che possono essere declinate lungo i sentieri che attraversano il comune campese. 

“La natura che ci circonda è un bene prezioso. – spiega il sindaco Montauti - Il turismo outdoor è un funzionale al modello turistico che auspichiamo per il futuro del nostro territorio e risponde alle esigenze di protezione del patrimonio naturale, storico e archeologico che caratterizza le nostre zone”. 

A passare dalla passione ai fatti sono stati loro, i ragazzi dell’associazione Elba Ovest: “Abbiamo realizzato un sogno grazie alla nostra costanza, pazienza e dedizione e ora eccoci all’inizio della nostra avventura”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo è stato trasferito in codice rosso al Pronto soccorso dell'ospedale elbano perché l'elisoccorso non era disponibile nell'immediato
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità