Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:30 METEO:PORTOFERRAIO14°26°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
giovedì 23 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Un governo che cerca di non far danni è già molto, ma non basta». Applausi dalla platea

Attualità venerdì 13 novembre 2015 ore 15:25

La Provincia sospende i permessi al Consorzio

​Nessuna autorizzazione della Provincia per la terra scaricata sulla spiaggia di Marina di Campo, sospesa l’autorizzazione al Consorzio di Bonifica



CAMPO NELL'ELBA — La Provincia ha sospeso, a far data da oggi, l’autorizzazione rilasciata al Consorzio di Bonifica 5 – Toscana Costa, per gli interventi relativi al ripascimento della spiaggia di Marina di Campo attraverso l’utilizzo di sabbie provenienti dal fosso del Bovalico.

La decisione è stata presa dopo le segnalazioni pervenute, relative allo scarico sulla spiaggia di materiale inidoneo e non corrispondente a quello preventivamente autorizzato. La determina dirigenziale n. 355 del 4/12/2014, successivamente prorogata, prevedeva l’autorizzazione allo sversamento di circa 4mila metri cubi di sole sabbie provenienti dal fosso Bovalico, così come era stato dichiarato nel progetto redatto dal Consorzio e nelle analisi preventive fatte sui sedimenti per verificarne la compatibilità con quelle dell’arenile oggetto dell’intervento. 

Il progetto, infatti, prevedeva l’escavo del fosso, la vagliatura dei materiali indesiderati, il versamento delle sabbie sull'arenile e il conferimento in discarica dei materiali non utili. L’autorizzazione della Provincia si basava sugli esiti dell’apposita conferenza dei servizi, convocata dal Consorzio per l’esame del progetto da parte degli enti interessati, per il quale aveva ricevuto il parere favorevole della Provincia, del Comune, dell'Arpat, della Capitaneria di Portoferraio e della Soprintendenza di Pisa. 

"In questo senso - si legge nel comunicato diramato dall'amministrazione provinciale -  l’autorizzazione è perfettamente coerente con il progetto presentato (incluse le analisi preventive sui sedimenti proprio per la loro compatibilità), con gli esiti della conferenza dei servizi e con il regolamento provinciale per la gestione di tali procedimenti. 

L’utilizzo di materiali inidonei alle operazioni di ripascimento autorizzate, in quanto fuori dai parametri previsti, ha indotto il dirigente dell’Unità di servizio “Difesa e protezione del territorio” della Provincia, Enrico Bertoletti, a sospendere l’atto autorizzatorio, a partire dalle ore 13 di oggi, ordinando nel contempo al Consorzio di Bonifica l’immediata rimozione del materiale e il ripristino dell’arenile entro le ore 13 del 14 novembre. Inoltre, al Consorzio saranno applicate le sanzioni amministrative previste dalla legge".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel mirino della Guardia di finanza una serie di beni di proprietà e nella disponibilità di un commercialista. Sequestri anche sul territorio elbano
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Sport

Attualità