QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PORTOFERRAIO
Oggi 22°22° 
Domani 22°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
lunedì 23 settembre 2019

Politica martedì 23 aprile 2019 ore 13:05

"Se il sindaco non governa, si dimetta"

Lorenzo Lambardi, consigliere del gruppo "Idea Comune"

Questo il giudizio del gruppo di minoranza consiliare "Idea Comune" che elenca una serie di criticità che non sarebbero "governate" dal sindaco



CAMPO NELL'ELBA — Con una nota il gruppo di minoranza consiliare Idea Comune, fa un elenco delle ultime mancanze che avrebbero connotato l'amministrazione comunale di Campo nell'Elba.

"Michela Murgia - dichiara il gruppo Idea Comune - nel suo Istruzione per diventare fascisti definisce l'avversario politico in questo modo: non te ne liberi mai, sta sempre lì, controlla quello che fai, mette in luce i tuoi errori, ricorda a tutti le tue promesse non mantenute e ti costringe ad essere all'altezza di ciò che dici. Ora, noi non vorremo arrivare a tanto ma la misura appare colma e l’inefficacia della giunta Montauti impone una presa di posizione chiara. Lo dobbiamo ai tanti cittadini che ci fermano per strada per testimoniarci i fallimenti di questa Amministrazione. Iniziamo con la clamorosa assenza alle celebrazioni del Venerdì Santo. Un segnale chiaro di trascuratezza e di abbandono: nessuno fra sindaco, vicesindaco, assessori e consiglieri di maggioranza si è degnato di presenziare a una importante cerimonia liturgica, delegando il tutto al Consigliere di minoranza Giancarlo Galli, quasi a voler marcare l’assenza in spregio ai tanti nostri concittadini affezionati a quella celebrazione. Sono lontani ormai i tempi del vicesindaco che indossava la fascia tricolore alle processioni senza che neanche il sindaco avesse giurato di fronte al Consiglio comunale".

"A seguire, - prosegue il gruppo di minoranza - come è stato possibile non aver programmato per tempo la sistemazione delle spiagge? Marina di Campo pulita per metà con la viabilità lungomare pulita solo a metà. Chi ha deciso per chi pulire e per chi non pulire? Non parliamo poi di Seccheto che, cambio dei gerani a parte (!), è stata abbandonata a se stessa con un'arenile impresentabile.Non capiamo come mai ci si sia sperticati per chiedere aiuto al buon cuore dei volontari per le pulizie invernali se poi si abbandonano le spiagge (la nostra economia principale) alla vigilia di Pasqua".

Nel mirino della minoranza campese c'è anche il problema della nuova gestione dei rifiuti giudicata come" al momento, un fallimento totale, e registriamo continui disservizi sulla raccolta porta a porta che non poteva partire in un periodo peggiore: a stagione iniziata. Davvero un tempismo ineccepibile con le attività non ancora servite dai bidoni ad hoc e i residenti e i proprietari di seconde case che stanno letteralmente facendo la spola all'ecocentro del Vallone (anche solo per prendere un sacchettino) senza sapere cosa fare o cosa chiedere. In più non si capisce come mai non si sia pensato a un porta a porta più 'soft', lasciando cioè la possibilità dei cassonetti 'Nord Engineering' costati migliaia e migliaia di euro ai campesi solo pochi anni fa, magari sorvegliati da telecamere".

"Ultimo tocco di classe - aggiunge la minoranza - la chiusura della viabilità principale a Marina di Campo il 26 Aprile, per avere a tutti i costi una tappa del Rally, costata ben 7 mila euro ai campesi. E chi se ne frega dei tanti disagi per tutti coloro che magari vorrebbero approfittare per andare a fare una passeggiata in paese o raggiungere le spiagge delle frazioni del nostro Comune". 

"La cosa più pericolosa però - sottolinea il gruppo Idea Comune - è che ancora, dopo due anni, non si riescano a decifrare le priorità di questa Giunta (ammesso che esistano). Quale sia la loro idea di governo per il Comune turisticamente più importante dell’Elba. Non sappiamo nulla del famigerato piano operativo che doveva essere pronto in un anno e non vediamo nessun intervento nuovo in tutto il Comune. Il piano annuale e triennale delle opere pubbliche inesistenti e tante nostre imprese del settore edilizio in grave crisi. Tante belle promesse (mai mantenute) e tanta rendita di posizione dovuta ad un immenso patrimonio di risorse e progetti lasciati dalle precedenti Amministrazioni (tra cui la nostra) e l’Assessore più importante del Comune che occupa più tempo per la campagna elettorale di Piombino di quanto ne dedichi alle deleghe che ha nel nostro Comune".

"Sembra davvero - conclude il gruppo di minoranza - che gli attuali amministratori ragionino a compartimenti stagni senza aver un'idea comune. E se il sindaco non è in grado di tirare le somme delle diverse esigenze e non governa è meglio che faccia un passo indietro e si torni a votare".



Tag

Atreju, paracadutista atterra con tricolore

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Attualità