Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PORTOFERRAIO20°22°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
venerdì 20 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi agli studenti: «Devo tanto a mia moglie, senza di lei chissà quante fesserie avrei fatto»

Attualità domenica 09 gennaio 2022 ore 13:51

Covid, "serve rafforzare servizi sul territorio"

Davide Montauti, sindaco di Campo nell'Elba

Il sindaco di Campo nell'Elba segnala le difficoltà legate al Covid e ritiene necessario la attivazione della guardia medica in tutti i Comuni



CAMPO NELL'ELBA — "In questi giorni le carenze della nostra sanità sono diventate ancora più evidenti. Le centinaia di persone contagiate dal Covid costrette all'isolamento e bisognose di cure si trovano spesso in difficoltà. Raccolgo quotidianamente testimonianze di persone che chiamano i numeri di riferimento per avere informazioni ai quali non risponde nessuno, altri che pur risultando positivi non vengono contattati. La carenza più grave però è quella dell'assistenza domiciliare".

Lo ha dichiarato il sindaco di Campo nell'Elba  Davide Montauti.

"Manca ormai da mesi il servizio di guardia medica e l'Usca, il servizio di assistenza che dovrebbe intervenire sui pazienti Covid a domicilio su segnalazione del medico curante non sono in grado di rispondere a tutte le richieste che stanno arrivando in questi giorni. - ha aggiunto il sindaco Montauti - I medici di base fanno il loro lavoro ma quando non ci sono loro chi cura i pazienti a casa?"

"Credo - ha aggiunto il sindaco  di Campo nell'Elba - sia necessario attivare in tempi brevi un servizio di guardia medica nei giorni festivi e che sia presente in tutti i comuni dell'Elba. Nei progetti regionali ci sono le Case della Salute ma la loro realizzazione ha bisogno di tempi lunghi ed investimenti importanti. Ora è necessario rafforzare la rete dell'assistenza territoriale con il personale sanitario. Intanto destiniamo parte dei ricavi della tassa di sbarco per incentivare i giovani medici ed infermieri a venire all'Elba. Come? Garantendo loro un alloggio gratuito sull'isola e degli incentivi per rimanere all'Elba almeno tre anni. Non mi pare una proposta impossibile da realizzare e potrebbe essere un punto di partenza concreto per ricostruire la nostra sanità. Proposte realizzabili in tempi brevi sono l'unica soluzione percorribile". 

"Un’altra proposta - ha spiegato  Montauti - potrebbe essere quella di rinunciare alla quota dell’IMU destinata ai Comuni per i proprietari di case che decidono di affittare a medici ed infermieri. Tutti i medici che operano dentro la struttura ospedaliera e sul territorio sono costretti a far fronte a carenze strutturali ormai consolidate e che in questi anni hanno visto crescere in modo esponenziale il carico di lavoro. Il nostro ospedale non può reggere grazie alla volontà e al sacrificio di pochi medici”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente è avvenuto nella notte a Capoliveri. Un uomo e una donna sono stati trasferiti con l'elisoccorso fuori Elba
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Elezioni

Attualità

Attualità