Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PORTOFERRAIO25°26°  QuiNews.net
Qui News elba, Cronaca, Sport, Notizie Locali elba
domenica 01 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Nespoli: «Io come la mia Inter, poche vittorie ma di gran cuore»

Attualità martedì 13 aprile 2021 ore 18:11

Caloncino, "chiesto rispetto dei diritti di tutti"

La nota del’Hotel La Stella: "Chiesto discrezione e non abuso ai padroni dei natanti, ordine invece di caos e rispetto anche per i diritti di tutti"



CAMPO NELL'ELBA — A giorni dalla sentenza dal Tar riguardo la questione Caloncino, l’Amministrazione Comunale di Campo nell'Elba ha convocato il Consiglio. Sull’argomento è intervenuta Maria Rizzo per l’Hotel La Stella coinvolto nella vicenda (leggi qui sotto gli articoli collegati).

“Un’Amministrazione che fino a tempo recente non ha preso in considerazione la questione Caloncino se non ora a pochi mesi dalle prossime elezioni”, ha esordito Rizzo.

“L’Hotel La Stella aveva fatto notare ripetutamente all’Amministrazione Comunale che la situazione incontrollata e di caos che regnava al Caloncino era una di grave pericolo. Da una parte c’era il diving, in aggiunta il continuo circolare di mezzi a motore tra persone e bambini, e che la situazione esistente lasciava la stragrande maggioranza di persone priva di balneazione. - ha ricordato Rizzo - Per risolvere questi problemi, il progetto di riqualificazione proposto dall’Hotel La Stella, includeva il rifacimento del muraglione, la messa in sicurezza dello scivolo per le barche, il risanamento della strada, la messa in sicurezza del Porticciolo con un argano a corrente elettrica fornita dall’hotel, una corsia di lancio di 12-15 metri, il posto barca per 7 barche sul porticciolo garantito tutto l’anno, il passaggio di mezzi per portare carrelli, posto per la balneazione a sinistra del Caloncino, risanamento della scogliera e montaggio di illuminazioni per favorire la passeggiata notturna. Il progetto era stato presentato nel 2018 e discusso e modificato secondo le richieste del sindaco Montauti e avrebbe eliminato tutti i problemi creando una convivenza tranquilla per tutti”.

Questa la posizione della proprietà dell’hotel che ora si trova di fronte a “un secco diniego per la richiesta del demanio e una minaccia per l’annullamento della Scia per il progetto di riqualificazione. In seguito alla nostra chiusura della strada in protesta, - viene spiegato - che capiamo non è stata la scelta migliore per far capire alle persone come stavano le cose davvero l’Amministrazione ha potuto cavalcare l’onda della nostra non migliore scelta facendo dell’accaduto uno strumento politico. Adesso l’Amministrazione vorrebbe fare credere ai cittadini che il contenzioso in corso lo ha creato l’Hotel La Stella e che costa ai cittadini. Quello che costa ai cittadini è la decisione di esproprio scelta dall’Amministrazione che invece poteva avere un’area completamente rinnovata che tutti i cittadini potevano usare a costo 0. L’hotel La Stella è stato messo in una situazione senza scelta tranne le vie legali che effettivamente costano all’azienda e non ai cittadini come le spese del Comune”.

“L’Hotel La Stella ha solo chiesto discrezione e non abuso ai padroni dei natanti, ordine invece di caos e rispetto anche per i diritti degli altri tutti. - ha concluso - Un bene del genere non può essere considerato un bene di pochi, 5 natanti e un diving, ed è per questo che l’Hotel La Stella voleva fare del proprio bene un bene aperto a tutto il pubblico con il rispetto reciproco”. 

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo è stato trasferito in codice rosso al Pronto soccorso dell'ospedale elbano perché l'elisoccorso non era disponibile nell'immediato
Orari traghetti Elba Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità